Skip to content

Eboli, pugnala il padre a morte: Santimone davanti al gip

Il 47enne accusato di omicidio oggi sarà interrogato dal giudice Pacifico
Eboli, pugnala il padre a morte: Santimone davanti al gip

Comparirà davanti al giudice Giovanna Pacifico questa mattina alle 9:30. E dovrà rispondere delle dieci coltellate inferte al padre, ucciso in casa martedì sera. Vincenzo Santimone, 47 anni, potrà avvalersi della facoltà di non rispondere. Oppure potrà spiegare cosa è accaduto in casa, in via Bartolo Longo, martedì sera. Accanto a lui, ci sarà l’avvocato Elena Criscuolo.

Il legale ha avuto un primo colloquio ieri con il suo cliente accusato di parricidio. Oggi sarà il giorno della verità. Santimone potrebbe anche respingere tutte le accuse. In casa, al momento dell’omicidio, c’era solo la madre di Vincenzo, allettata per una forma grave di Alzheimer. La donna è incapace di ascoltare e di raccontare quando è accaduto tra padre e figlio prima dell’aggressione mortale.

Leggi anche