Padula e la Certosa di San Lorenzo: patrimoni senza tempo

Patrimonio Unesco dal 1998, la Certosa di San Lorenzo è la più grande d’Italia e tra le più belle ed interessanti d’Europa. Con i suoi 51 mila metri quadrati, merita visite ed attenzione. Seppure sia noto il suo nome e la sua bellezza, in molti continuano a non conoscerla dal vivo, ignorando quanto possa farsi ombelico di un territorio ricco di arte e storia, in continua lotta con il rischio abbandono. E’ tutta da visitare, ma due curiosità di grande fascino sono l’antica cucina e la scala elicoidale. Quest’ultima risalente al ‘400, è composta da 38 gradini monolitici. Provate a visitare anche qualche cella, ve n’è una da cui si accede all’Orto dei semplici, costellato da erbe officinali. La costruzione ad opera dei Sanseverino è iniziata nel 1306, ma dal 1807 – quando i Certosini lasciarono Padula - troppe opere furono andate perdute. L’inizio della sua nuova vita risale al 1982, anno in cui sono incominciati i lavori di restauro dopo un lungo periodo di abbandono. (Antonella Petitti)