“Il male del Nord” L’ultimo libro di Pino Aprile: “senza il Sud non ci rialzeremo”

Da pochi giorni nelle librerie italiane l’ultimo libro del giornalista Pino Aprile. S’intitola “Il male del Nord” e, complice lo scossone del virus, analizza un sistema Italia che per l’ennesima volta ha beffato il Sud. “In tanti borghi e paesi il lockdown è stato inutile, la Lombardia ha voluto fermare il Sud perché non voleva ripartire per ultima, ma così ci ha danneggiato inutilmente”. La sua è un’analisi lucida, come suo solito, sostenuta da numeri e studi che – grazie allo smartworking – vedono le grandi città svuotarsi. “E’ la dimostrazione che nel Sud bisogna riporre speranza, che qui c’è margine per crescere e rimetterci in piedi. Nella Costituzione Italiana c’è scritto tutto il necessario, se tutti i diritti fossero davvero garantiti a tutti”.