Francesco Gorga, a otto anni è il “re” dell’organetto

ASCEA - Le melodie dell’organetto, suonato dal nonno e dallo zio, le ascoltava quando ancora si trovava nel grembo di sua madre Rosa Isa. Per il piccolo Francesco Gorga, di Ascea, la musica non è una semplice passione, è scritta nel suo codice genetico. Martedì sera, a soli otto anni ha sbaragliato i concorrenti più grandi, già adolescenti, salendo sul gradino più alto del podio del “Premio internazionale della fisarmonica di Castelfidardo”. Il piccolo prodigio della fisarmonica diatonica - era il più giovane tra i partecipanti al concorso - si è aggiudicato la vittoria nella categoria Word Music. A premiarlo è stato Eugenio Bennato, dopo il concerto di apertura del festival, sul palcoscenico del Parco delle Rimembranze della città marchigiana, simbolo dell’artigianato artistico musicale.