Argomentocarta gialla

  • De Sade e il tour napoletano

    Il marchese arrivò nel 1776, poi scrisse un diario nel quale denunciò scene di pedofilia

  • Felippo Sgruttendio do Scafato, satira popolana

    L’ignoto canzoniere scafatese nel 1646 mise insieme dei sonetti parodia de “La Lira”

  • I segreti di casa Sansevero

    Viaggio tra le sculture di materia pietrificata che volle il principe Raimondo di Sangro

  • Dalla bonifica l’ecologia agricola

    Già nel 1955 gli studiosi riuniti a Salerno valorizzarono la difesa delle campagne del Sud

  • Broggia, l’illuminato censurato

    Le idee del mercante napoletano “cancellate” dal Regno furono poi giudicate innovative

  • Charles Dickens narrò i mali del Sud

    Lo scrittore inglese a febbraio del 1845 soggiornò a Napoli e poi si spostò a Paestum

  • Gino Doria, erudita galante

    Dedicò all’amico Riccardo Ricciardi un volumetto ironico con «innocenti divagazioni»

  • Totò, principe della scrittura

    Il comico esordì con “Siamo uomini o caporali”, poi l’enorme successo de “’A Livella”

  • Vi spiego la Salerno dell’800

    Con la sua guida Raffaele Quaranta volle dare informazioni dettagliate ai forestieri

  • Il General Catasto di Carlo III

    Siribelli: «La Sommaria imponeva ai cittadini di Serre la compilazione della “rivela”»