CICLISMO

Vuelta, la Bmc vince la cronosquadre e Dennis è la prima maglia rossa

Oggi è andata in scena la prima tappa della corsa a tappe spagnola

Nella mattinata di ieri 19 agosto, tutte le squadre che hanno preso parte alla competizione spagnola, si sono susseguite lungo i 13,7 km di circuito cittadino, per la consueta ricognizione del percorso di gara. Attesissime le prestazioni delle più forti in questa specialità come la BMC, la Quick-Step Floors, Sunweb, Sky.

A fare da cornice  l'anfiteatro romano di Nîmes, che è stato attraversato dalle 22 squadre. Purtroppo già alla prima tappa si sono segnalate diverse cadute, tra cui alcuni corridori dell'UAE Emirates, prontamente rientrati.

La tappa contro il tempo  ha assegnato la maglia della classifica generale a Dennis, quinto corridore della miglior squadra che ha tagliato il traguardo, ad aver dato il meglio di sé è stata la Bmc. Fra gli italiani Nibali guadagna 25 secondi su Fabio Aru, mentre Domenico Pozzovivo e Romain Bardet iniziano questa Vuelta con 44" di ritardo.

In questa edizione 2017 la tappa di ieri potrebbe essere poco influente per la Classifica generale dei migliori, considerando i 50 gran premi della montagna che attenderanno i corridori, voluti dagli organizzatori. L'influenza minore è da attribuire anche al ridotto numero di chilometri, dimezzati per l'appunto, rispetto all'edizione precedente.

Il dibattito sulle cronometro a squadre all'interno di un Grande Giro è molto aperto, al Giro d'Italia ad esempio, questo tipo di competizione è assente già da due edizioni. Il tutto nasce dal fatto che un grande giro premia un singolo vincitore e dunque può essere inquadrata come una corsa individuale. In tale ottica, una cronometro a squadre può influenzare  certamente la classifica.