FIGC CAMPANIA 

Tegola sul segretario Vecchione Inflitta l’inibizione per venti giorni

Il Tribunale Federale Nazionale - Sezione Disciplinare, della Federazione Italiana Gioco Calcio, ha inflitto venti giorni di inibizione ad Andrea Vecchione, segretario in carica del Comitato...

Il Tribunale Federale Nazionale - Sezione Disciplinare, della Federazione Italiana Gioco Calcio, ha inflitto venti giorni di inibizione ad Andrea Vecchione, segretario in carica del Comitato Regionale Campania - Lega Nazionale Dilettanti.
La decisione è stata assunta nella seduta di venerdì scorso dall’organismo presieduto da Cesare Mastrocola, relatore Amedeo Citarella, e composto da Gaia Golia, Pierpaolo Grasso e Paolo Fabricatore quale rappresentante dell’Associazione Italiana Arbitri. La decisione nei riguardi di Andrea Vecchione fa seguito al deferimento avviato con il numero di protocollo 2041/437 dello scorso 8 agosto e sarebbe scaturito dalla pubblicazione in passato, all’epoca in cui responsabile del Comitato regionale della Federcalcio era Salvatore Gagliano, di calendari relativi all’attività agonistica del campionato Juniores non conformi a quelli stabiliti dall’allora massimo rappresentante del calcio campano.
Provvedimento che deve essere notificato al diretto interessato, l’attuale segretario in carica Andrea Vecchione, il quale ha la facoltà di opporsi allo stesso presentando ricorso oppure di prenderne atto. In quest’ ultimo caso per la durata dell’inibizione il Comitato Regionale Campania - Lega Nazionale Dilettanti potrebbe ritrovarsi senza l’apporto dell’attuale segretario. Il tutto in una fase estremamente delicata come quella dell’avvio della nuova stagione sportiva che prevede iscrizioni di società, tesseramenti di atleti, composizione di gironi dei campionati di Prima, Seconda e Terza Categoria oltre che la formulazione dei calendari dei vari tornei sia di calcio maschile che femminile come di calcio a cinque.
©RIPRODUZIONE RISERVATA