Sos stadio, la Cavese a Castellammare 

Incontro tra Ghirelli e il primo cittadino Servalli: rassicurazioni sui lavori ma per l’iscrizione in serie C viene indicato il Menti

Sos stadio Simonetta Lamberti: il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, ieri ha incontrato il sindaco di Cava de’ Tirreni, Vincenzo Servalli. Il rischio di mancata iscrizione di alcuni club al prossimo campionato di serie C, a causa della non puntuale tempistica nei lavori di adeguamento alle norme Uefa dell’impianto in cui si disputano le partite interne, è un tema che il numero uno della Lega Pro segue da vicino. «È stato un incontro positivo e concreto - dichiara Ghirelli -. Il Comune conferma di aver deliberato i lavori previsti e nelle prossime ore presenterà la pratica di finanziamento all’Istituto del Credito Sportivo. Mi auguro che la risposta sia rapida. Poi, o nel frattempo, si farà il bando per assegnare i lavori. Intanto, la Cavese può procedere all’iscrizione indicando lo stadio di Castellammare di Stabia». Una sede provvisoria, dunque, per la società del presidente Massimiliano Santoriello, che Ghirelli ha pubblicamente elogiato: «Il club ha un secolo di vita, la città è piena di segni d’amore verso una società modello e parte integrante del tessuto della nostra Lega, che è territorio e identità».
Il sindaco Servalli e il presidente Ghirelli, insieme ai dirigenti del club metelliano, rimarranno in costante contatto. Intanto, provvisoriamente, la Cavese indicherà lo stadio Romeo Menti di Castellammare di Stabia, un tempo piazza ostile ai colori blufoncè, per l’aspra rivalità che divideva le due tifoserie, ora invece diventata città amica nel nome e nel comune ricordo del campionato e indimenticabile Catello Mari. C’è il rischio di dover chiedere un’alternanza con le gare della Juve Stabia, neo promossa quest’anno in serie B. Ma l’auspicio di tutti è che in tempi ragionevolmente brevi la Cavese possa risolvere questa problematica legata all’impiantistica, che va a mettere i bastoni tra le ruote a una dirigenza che ha saputo distinguersi per una gestione virtuosa, in un contesto, la Lega Pro, spesso caratterizzato da numerose inadempienze.
Anche la tifoseria aquilotta spera che il caso Lamberti non vada a influire sulla programmazione della società che, dopo l’addio - non previsto - del tecnico della scorsa stagione, Giacomo Modica, in poco tempo ha avviato un nuovo progetto affidando la panchina a Francesco Moriero e cominciando a operare sul mercato, confermando i primi calciatori a scadenza e iniziando a pianificare le operazioni in entrata per rinforzare la Cavese versione 2019/2020.
©RIPRODUZIONE RISERVATA