SERIE C

Sos impianti, la Cavese si spazientisce

A Sturno il gruppo di Moriero è completo all’80%. Ma ora il club contesta per le condizioni del Lamberti e le altre strutture

La Cavese di mister Francesco Moriero in questo momento sarebbe completa per l’ottanta per cento, considerando i calciatori che sono tesserati con il club aquilotto. Si contano infatti due portieri, cinque difensori, cinque centrocampisti e sette attaccanti, escludendo i giocatori della Berretti che sono partiti per il ritiro di Sturno per dare man forte all’organico nel precampionato. Tra quegli elementi aggregati figura ancora il belga Ferreira Carrasco, che ha inciso segnando un gol nella prima amichevole, e ci sono anche gli altri che stanno cercando di farsi notare per convincere l’allenatore.
Come è noto, la Cavese giocherà le partite casalinghe di campionato a Castellammare di Stabia, al “Romeo Menti”, perché lo stadio “Lamberti” di Cava ha bisogno di essere adeguato nelle torri faro e nei sediolini. Il Comune sta aspettando il via libera dal Coni per il progetto sull’impianto, poi ci sarà l’ok per il finanziamento da parte del Credito Sportivo, e successivamente potrà essere indetta la gara per riqualificare lo stadio. La speranza della società Cavese è che la squadra possa riuscire a tornare a giocare a Cava de’ Tirreni entro la fine della stagione. Ma a tutt’oggi ci sarebbe anche il rischio di svolgere nel corso del campionato alcuni allenamenti fuori Cava.