CALCIO CAOS

Serie B, passa la linea Mezzaroma: "Sentenza da rispettare"

Il co-patron della Salernitana: "Ora l'intero sistema ritrovi unità d'intenti"

«Le sentenze, in generale, non si commentano. Ma vanno tutte rispettate. In questo caso, inoltre, è chiaro che non ci sono vincitori e neppure vinti». Al tramonto di un periodo di caos per le società cadette ed all’alba di un campionato che non potrà più mutare per quanto riguarda il novero del- le partecipanti, così come la composizione del calendario, ieri sera nessun tono trionfalistico da parte di Marco Mezzaroma, co-patron della Salernitana.

leggi anche: La serie B va avanti a 19 squadre Il Collegio di Garanzia del Coni ha respinto tutti i ricorsi, nessun ripescaggio. Frattini: "Il torneo doveva essere a 22"

Ma nelle sue successive parole pronunciate, traspare soddisfazione - seppure non palesata - per la conferma da parte del Collegio di Garanzia dello Sport presso il Coni del format deciso dalla Lega di B di cui l’imprenditore con la passione per il calcio è consigliere e anche componente del direttivo. «Nessuno deve esaltarsi, ma è chiaro che questa decisione vada rispettata. E conferma, di fatto, l’indirizzo espresso a suo tempo da noi della Lega di B relativamente ad un campionato cadetto aperto alla partecipazione di 19 squadre. Eravamo certi della bontà di quella scelta e la decisione espressa dal Collegio del Coni conferma che non si era sbagliato a procedere in tale direzione». Marco Mezzaroma, quindi, lancia un chiaro messaggio di pacificazione.

Alfredo Boccia