DILETTANTI

Sanseverinese, una vittoria per Andrea Gismondi

Poker degli irnini sul San Vitaliano e dedica al compagno scomparso

Una vittoria per Andrea Gismondi. Il giorno dopo i funerali del 17enne calciatore scomparso in seguito a un tragico incidente stradale avvenuto a Salerno, la Sanseverinese torna al successo battendo il San Vitaliano (4-3 il risultato finale) nel recupero della gara del girone C di Promozione rinviata proprio in seguito alla morte del giovane atleta di Calvanico. Tre punti conquistati con le unghie e con i denti dalla squadra guidata da Angelo Quaglia che hanno saputo onorare al meglio il compagno scomparso: i tifosi hanno esposto allo stadio Superga uno striscione in ricordo di Gismondi e, al fischio finale, tutti i calciatori della Sanseverinese si sono voluti far ritrarre sotto il drappo per dedicare il successo a chi, per un destino avverso, non c’è più. Gli irnini, dunque, ritrovano il successo e lo fanno nel segno del nuovo acquisto Imparato, arrivato dal Real Sarno, autore di una doppietta al pari di Casaburi. I due attaccanti rendono inutile il tentativo di rimonta del San Vitaliano a cui non bastano le due reti realizzate da Matrullo e il sigillo di Paradiso per riuscire a riequilibrare il match. E togliere alla Sanseverinese una vittoria da dedicare ad Andrea Gismondi.