BASKET

Salerno vuole la serie A2: l’accordo per Torchiara

Indicato alla Federazione Pallacanestro il palasport cilentano come location

La Virtus Arechi Salerno vuole la serie A2. Nei giorni scorsi, infatti, il club del patron Nello Renzullo ha inoltrato la domanda di ripescaggio. A sorpresa il numero uno blaugrana ha così deciso di fare un importante passo per portare Salerno nelle serie che contano del basket italiano. Dopo le ultime stagioni, terminate sempre in maniera amara per la Virtus Arechi, Renzullo non ha voluto perdere tempo. Dopo lo stupore in città, l’interrogativo più grande era rappresentato dalla grana palasport. Appurata l’inconsistenza del PalaSilvestri, a causa dei pochi posti a disposizione nell’impianto dei rione Matierno, ci sarebbe il PalaCarmineLongo di Pellezzano, nella frazione Capriglia, che però andrebbe ampliato come numero di settori. Il patron Renzullo ha subito messo le cose in chiaro su questa spinosa situazione: «Inizialmente eravamo un po’ frenati a causa di questa problematica, alla quale però abbiamo subito trovato una soluzione.

Al momento di inoltrare alla Fip la nostra candidatura abbiamo indicato il palasport di Torchiara come nostra casa in vista delle gare ufficiali. Siamo certi che questa sia soltanto una situazione estemporanea. Nei nostri programmi c’è tutta la voglia di mettere a norma il PalaCarmineLongo, che è stato un nostro fortino nell’ultima stagione. Proprio come ultima spiaggia si potrebbe anche emigrare, sempre in maniera provvisoria, anche al PalaCoscioni di Nocera Inferiore, da poco rimesso a nuovo per le Universiadi. Di certo ambiamo ad avere una struttura che non avrà nulla da invidiare ad altri impianti campani come il PalaBarbuto di Napoli, il PalaDelMauro di Avellino e il PalaMangano di Scafati. È nostra sincera intenzione di voler disputare il secondo massimo campionato italiano a Salerno». 

Gianluca Buonocore

L'ARTICOLO COMPLETO SUL GIORNALE IN EDICOLA OGGI