CALCIOMERCATO

Salernitana, un mercato a “fari spenti”: ma granata pronti a colpire

La Salernitana continua a pensare Mertens. Duello col Monza per Rovella

A fuoco lento. Il mercato della Salernitana procede senza lampi improvvisi ma con l’ambizione di assestare nei prossimi giorni nuovi colpi per consegnare tra le mani di Davide Nicola la rosa definitiva per centrare l’obiettivo salvezza. Il mantra rilanciato dal patron Danilo Iervolino e fatto proprio dal ds Morgan De Sanctis trasmette la volontà forte del club granata di prendersi tutto il tempo per trovare i profili migliori da inserire nel motore granata, costretto a marciare forte sin dall’inizio visto il calendario pieno zeppo di impegni.

Attacco. L’unica deroga verrà fatta per un nome altisonante come quello di Dries Mertens . Iervolino gli ha aperto le porte della Salernitana, dicendosi pronto a proporre un contratto plurimilionario all’ex bandiera del Napoli se dal belga dovesse arrivare una clamorosa apertura sulla volontà di restare in Campania. Intanto l’attaccante di Lovanio ha rifiutato l’offerta della Juventus e ora guarda all’estero, con il Galatasaray pronte a fare follie per mettere le mani sul bomber all-time partenopeo. La Salernitana aspetterà l’evolversi della situazione e scenderà in campo nelle prossime settimane solo in caso di parere favorevole di Mertens su un possibile trasferimento in granata. Attesa anche per gli altri nomi sondati nei giorni scorsi: per Piatek il rischio di vivere una nuova stagione da riserva dell’Hertha Berlino potrebbe spingere il polacco a rivalutare la destinazione campana. Per Maupay il Brighton tiene duro e non molla (richiesti oltre 15 milioni di sterline per il francese). Stuzzica il belga Dodi Lukebakio dell’Hertha Berlino mentre Lammers è promesso sposo dell’Empoli.

Centrocampo. Il nome in pole position resta sempre quello di Nicolò Rovella . La Salernitana aspetta un’apertura della Juventus, costretta però a rinviare la cessione dell’ex Genoa a causa dell’emergenza in mediana che ha sorpreso Massimiliano Allegri . Attesa che ha permesso però al Monza di inserirsi nella corsa al regista dell’Italia Under 21 e innescare un testa e testa tutto da decifrare: il calciatore è allettato dal progetto brianzolo, la Juve invece vorrebbe cedere Rovella alla Salernitana soprattutto in virtù del trasferimento del baby Ranocchia già alla corte di Stroppa . Sullo sfondo, sempre Hrustic dell’Eintracht Francoforte, 26enne di passaporto australiano e bosniaco di origine ma ricevendo il momentaneo “no” dei tedeschi. Proposto Maggiore , in procinto però di trasferirsi al Sassuolo, mentre il ritorno di Akpa Akpro è ipotesi al momento difficile da concretizzare. E poi c’è il capitolo trequartista: Nicola si augura di poter abbracciare Yazici , turco in uscita dal Lille ma per il quale i francesi chiedono una cifra sui 15 milioni di euro. L’alternativa resta sempre Verdi , in attesa di un segnale per ritornare in granata.

Difesa. Dopo il blitz fallito per Ismajli , con l’Empoli che aprirebbe a una cessione del kosovaro naturalizzato albanese solo in caso di nuovo innesto nel pacchetto arretrato, il nome forte resta quello del senegalese Kouyatè del Metz sondato dal ds De Sanctis ma con il solito intoppo legato allo status da extracomunitario. La priorità resta però un profilo under, con Okoli primo nome se l’Atalanta dovesse decidere di rinunciare all’ex Cremonese. Le cessioni. Su Mazzocchi resta tutto da definire: il Monza si è defilato ma è atteso l’assalto di un nuovo club a stretto giro di posto (in caso di addio il primo nome in entrata resta Zortea ). Potrebbe salutare Mamadou Coulibaly : il senegalese è ambito dal Perugia del mentore Castori , dalla Spal e dalla Ternana. La Salernitana non esclude un possibile addio, ponendo come condizione la cessione del cartellino in questa sessione di mercato o all’alba della prossima stagione. Uscirà uno fra Micai e Fiorillo , mentre Cavion resta sempre un obiettivo del Vicenza che non demorde. Simy invece aspetta qualche prospettiva estera, Vergani è idea del Pisa.

Sabato Romeo