Stefano Colantuono

SERIE B

Salernitana-Padova, Colantuono sprona il gruppo: "Cambiamo pelle"

L'allenatore granata non vuole passi falsi nella sfida contro i patavini all'Arechi

MISS GRANATA 2018: LA FOTOGALLERY

Venezia-Benevento 2-3, blitz giallorosso con super Bandinelli

Cosenza-Verona, la decisione del Giudice Sportivo

“Il caos ripescaggi non ha comportato nulla perché continueremo con lo stesso format con cui abbiamo cominciato il campionato. La sosta credo ci sia servita per far crescere di condizione gli elementi che erano in ritardo, è stato un buon periodo soprattutto per chi è arrivato gli ultimi giorni di mercato. Questa squadra sta procedendo con quelli che erano i programmi, abbiamo lavorato su qualcosa di diverso durante queste due settimane perchè la squadra deve essere capace di cambiare pelle e non dobbiamo fossilizzarci su un unico sistema di gioco. Per la partita di domenica ancora non ho deciso quale sistema di gioco adotteremo perché ho avuto buone risposte dal gruppo su entrambe le situazioni tattiche. Ci potrebbero essere dei cambi in determinati ruoli perché tutti devono sentirsi protagonisti e adesso che ci saranno tante partite ravvicinate tutti saranno utili”. Queste le parole di Stefano Colantuono intervenuto in conferenza stampa alla vigilia di Salernitana-Padova.

Il mister ha poi tracciato un bilancio delle prime due gare dei granata in questo campionato: “Nelle prime due gare abbiamo dimostrato una grande compattezza ma sicuramente dobbiamo crescere dal punto di visto del gioco. Questa è una squadra che non molla e che non ci sta mai a perdere, a Lecce abbiamo preso il secondo gol nel nostro momento migliore e nonostante questo siamo rimasti in partita e siamo riusciti a riprenderla. Dobbiamo capire i momenti della partita ed essere bravi a interpretarli. Il campionato di serie B fino a gennaio dice poco, poi comincia un nuovo campionato in cui la Salernitana dovrà stare nelle posizioni importanti e mantenere un certo tipo di classifica. L’”Arechi” per noi deve diventare un fortino, abbiamo la fortuna di avere un grande pubblico e ci deve essere sempre la voglia di lottare su ogni pallone e di giocarcela contro tutti”.