IL PUNTO

Salernitana, ora non prendiamoci in giro

O si fa la squadra oppure possono essere dolori. Preoccupa la Salernitana in Serie A ora con sei lunghezze di vantaggio rispetto alla zona retrocessione, dopo aver veleggiato per lungo tempo a distanza di sicurezza. I tifosi, per la prima volta da quando patron Iervolino un anno fa ha evitato la cancellazione del club dai ranghi della Federcalcio, hanno contestato l’azione societaria richiamando ad un concreto interventismo. E dopo la goleada a Bergamo con l’Atalanta, sabato in occasione del ko con il Napoli i cori di insoddisfazione hanno riguardato nuovamente i calciatori invitati ad un maggiore impegno. Elementi che disegnano la traiettoria calante della luna di miele in salsa ippocampo e consigliano immediato riscatto dentro e fuori dal terreno di gioco. Il tecnico Nicola, ravvedutosi contro il Napoli nel modulo che probabilmente avrebbe garantito in classifica qualcosa in più se attuato in altre gare precedenti, attende a ragione rinforzi per una rosa tra l’altro falcidiata da continui infortuni.

Ma non ripieghi ossia calciatori incapaci di alzare l’attuale tasso tecnico della formazione. A nove giorni dalla chiusura ufficiale della sezione invernale di mercato, il direttore sportivo De Sanctis (nella foto) batta davvero uno o più colpi. Ed il patron Iervolino, come la tifoseria a gran voce ha chiesto sabato - prima, durante e dopo la sconfitta contro la capolista Napoli - segua in prima persone la situazione della Salernitana che, fortunatamente riguarda solo la parte sportiva, è seria ma non ancora grave.

Perché avere speso fino ad ora tanti milioni di euro non sembra aver giovato come preventivato. Vero che il gioco del calcio non è scienza esatta, ma chi programma a dovere - con azioni mirate - di raro è impreparato ad affrontare la bufera. Anche per mettere a tacere la parte di sportivi con la Salernitana nel cuore che riflette partendo dall’assunto “Iervolino lo sceicco di Palma Campania... secondo me con la sua falsa salernitanità ci prende in giro...”.