SERIE A

Salernitana, esodo a Venezia e già in 7mila all’Arechi

Quasi sold-out il settore ospiti del Penzo

Gli allenatori italiani al fianco di Castori: «Ci vuole rispetto»

SALERNO - Di una cosa Stefano Colantuono può star già certo: la sua Salernitana che sabato all’Arechi affronterà l’Empoli nell’esordio bis del tecnico sulla panchina granata potrà contare su almeno 10mila persone. Il cambio di guida tecnica, infatti, non sta frenando la passione del popolo dell’ippocampo, anzi forse deciso a far sentire ancora più forte la voce in un momento delicato per la propria squadra del cuore. La prevendita della sfida con i toscani, iniziata lunedì e assestatasi subito su ritmi elevati, pure ieri è proceduta in maniera spedita anche in virtù dei primi sconti stabiliti dalla società già prima dell’esonero di Castori , sfruttando l’aumento della capienza al 75% varata dal Governo. Già ieri sera, infatti, è stata toccata quota 7mila biglietti venduti, segno che nonostante il malumore per l’allontanamento del tecnico “eroe” della promozione in A, quando c’è da alzare la voce e supportare la maglia anche le questioni tecniche possono andare in secondo piano.

Colantuono spera così di regalarsi il primo successo in A alla guida della Salernitana ma soprattutto di regalare subito una vittoria ai tifosi granata. Praticamente sold out la Curva Sud Siberiano, settore per la quale ci vorranno 20 euro (10 in meno rispetto alle prime gare interne della stagione) nei prossimi giorni potrebbero essere sbloccate nuove scorte di ticket per diversi settori, specie dopo l’aumento della capienza a 19.500 posti a sedere. A ulteriore dimostrazione del proprio attaccamento la torcida dell’ippocampo si appresta nel frattempo a far registrare pure l’ennesimo tutto esaurito in trasferta. Nonostante la gara al Penzo con il Venezia sia in programma di martedì e in un orario non particolarmente favorevole (18,30), sono già 600 i biglietti venduti per il settore ospiti dello stadio dei lagunari, a fronte dei 750 totali riservati alla tifoseria granata.

Probabile che le scorte ancora disponibili vadano esaurite già oggi, sancendo il quinto sold out di fila dopo Bologna, Torino, Reggio Emilia e La Spezia. E mentre gli operai proseguono i lavori all’Arechi per quanto concerne il montaggio dei tre doppi tornelli che, congiuntamente alla riapertura totale degli impianti sportivi all’aperto dovrebbero garantire un aumento di oltre 4mila unità, resta da capire se i tempi saranno già maturi per l’attesissimo derby di Halloween con il Napoli. Il match del 31 ottobre, con ogni probabilità, si giocherà alle ore 15 e non più alle 18 per motivi di ordine pubblico. Si attende l’ufficialità. (st.ma.)