SERIE B

Salernitana-Colantuono, esame di fiducia

Il tecnico domani sfida il Carpi e le solite voci di popolo che ora corrono su Whatsapp

Le gare del sabato: pareggiano sei squadre

Cosenza-Benevento rinviata per pioggia

In principio era il passaparola. L’amico che aveva saputo che il mister “stava cercando casa” e il bidello che spifferava: «Ha già iscritto i figli a scuola». Bene informati senza volto né nome. Oggi, segno dei tempi, hanno almeno una voce. C’è un file audio, per esempio, che da qualche giorno circola all’impazzata su whatsapp, a colpi di condivisioni: 42 secondi d’annunciazione del possibile ritorno di Delio Rossi sulla panchina della Salernitana in caso di sconfitta a Carpi. Chissà se è arrivata pure sullo smartphone di Stefano Colantuono quella «notizia da fonti molto sicure» - così dice il mittente - a cui ovviamente nessuno dà molta credibilità, salvo poi rifletterci su e sforzarsi di collegare la mancata firma per il Foggia del “profeta” della promozione granata in serie A con l’ipotesi d’un remake. 

 Non è una novità. E siccome di questi tempi i sussurrati ribaltoni per l’ippocampo sono ricorrenti, con panchine spesso traballanti più o meno nel periodo in cui ci si comincia a dire «se non ci vediamo, buon Natale», ecco che la suggestione Rossi non sorprende - affatto - né brilla per originalità, però sicuramente fa scenario. Aiuta cioè a comprendere che, al netto delle - convinte - conferme ricevute da ogni fronte, Colantuono domani a Carpi, contro l'ex Castori, debba venir fuori dalla crisi assieme alla sua squadra. 

Dario Cioffi