SERIE B

Salernitana-Brescia, le probabili formazioni

Rosina dietro Bocalon-Jallow contro il Brescia di Donnarumma e Tonali

L’Arechi è l’alleato più prezioso. Fin qui non ha mai tradito, né la Salernitana ha steccato davanti al suo popolo, e allora va da sé che “casa dolce casa” sia appiglio scontato e pure necessario per provare a cancellare delusione e veleni dopo la sconfitta di Cittadella. Oggi contro il Brescia, alle nove della sera, i granata devono servire il riscatto, confermare il proprio trend interno e magari approfittare del fatto che gli avversari, a propria volta, in trasferta abbiano raccolto briciole (mai una vittoria). C’è la “legge dell’Arechi” come certezza e il cambio di sistema di gioco come novità. Colantuono ha (ri)trovato un eccellente Rosina nove giorni fa, e attorno a lui in settimana ha lavorato sul 4-3-1-2 per affrontare “a specchio” i lombardi di Corini. Il fantasista calabrese debutterà dal 1’ a sostegno di Bocalon e Jallow, il tandem d’attacco che - pur tra gli arcinoti affanni del reparto offensivo - per ora ha dato i risultati migliori e le garanzie maggiori. Mancano Odjer e Di Gennaro, non convocati per infortunio, e così il trio di centrocampo è presto fatto con Akpa Akpro e Castiglia ai lati di Di Tacchio. Blocco “vecchia guardia” in difesa: Casasola e il rispolverato Pucino saranno i terzini, capitan Schiavi e il pilastro Mantovani i centrali, quattro reduci della stagione scorsa per provare a non soffrire il cambio d’assetto nel reparto arretrato.

Dario Cioffi