Il punto

Quelle scelte razionali del tecnico

Il derby ha un grande vincitore, Giuseppe Sannino. Pungolato dalle critiche, esterne e interne sceglie il modulo migliore per la Salernitana nel derby col Benevento

Il derby ha un grande vincitore, Giuseppe Sannino. Pungolato dalle critiche, esterne e interne (vedi le dichiarazioni alla vigilia del co-patron Claudio Lotito), sceglie il modulo più razionale nella sfida contro il Benevento e vince. Si affida a uomini di personalità (Zito ne ha da vendere), rischia tutto puntando sul giovane Felipe Luiz Marchi (splendida prova del centrale brasiliano all’esordio in serie B) e si aggiudica la sfida a distanza con Baroni. Il primo tempo della Salernitana è stato bellissimo, la migliore interpretazione di questa stagione.

leggi anche: La Salernitana scaccia le "streghe", è festa grande all'Arechi Spettacolare primo tempo dei granata che ipotecano la vittoria con le reti di Della Rocca e Marchi. Nella ripresa grande reazione del Benevento che accorcia le distanze con Lucioni. Derby esemplare anche sugli spalti

Una squadra finalmente logica: nonostante l’emergenza, la Salernitana ha avuto il pallino del gioco in mano per larghi tratti. Perché tutti i giocatori hanno tratto giovamento dal nuovo schieramento: Rosina più libero di accendere la manovra, Della Rocca con più scelte di passaggio, Improta e Zito martellanti sulle corsie fin quando hanno avuto fiato, Coda impagabile per impegno e generosità, un po’ meno per precisione. Tutto ha funzionato, o quasi, alla perfezione. E il merito è di Sannino. Sapeva di giocarsi il futuro sulla panchina della Salernitana e non ha sbagliato.

leggi anche: Lotito applaude Sannino: «Primo tempo straordinario» Il patron, soddisfatto per il successo della Salernitana sul Benevento, coccola anche Luiz Felipe Marchi: «Ha un futuro da serie A»

Da domani si pensa al Brescia, la più difficile delle controprove. Ma la strada scelta è quella giusta.

©RIPRODUZIONE RISERVATA