SERIE C

Piovono penalità, speranza Paganese

Sanzionato con un -3 il Bisceglie. La rabbia del ds Accardi: «Noi corretti, altri no»

PAGANI - Le penalizzazioni comminate ieri dal Tribunale Federale Nazionale, -3 al Bisceglie e due punti rispettivamente a Rieti e Siracusa, oltre a un calendario come un valido alleato, ha reso la giornata uggiosa meno pesante per la Paganese. La squadra di Erra nella quiete di Mercato San Severino ha provato uomini e schemi da opporre al Rieti. Vincere domenica significherebbe accorciare ulteriormente la classifica e il distacco dal Bisceglie, che sarà di scena al Massimino contro il Catania mentre tra due domeniche gli azzurrostellati avranno i tre punti a tavolino con il Matera, nel giorno in cui i pugliesi si giocheranno il campionato nella sfida interna con il Rieti di Capuano. «Le penalizzazioni del Tfn, oltre ad essere arrivate tardi, non leniscono quelle ferite che ci portiamo dietro dall’inizio del campionato - ha commentato il ds azzurrostellato Guglielmo Accardi -. Queste squadre sono state penalizzate per inadempienze e per aver sostenuto dei costi di organico non consoni al loro budget, penalizzando in questo modo chi, come la Paganese ha sempre avuto un comportamento corretto sotto l’aspetto dei pagamenti ai propri dipendenti. Mi auguro che le parole dei giorni scorsi del presidente della Lega Pro, Ghirelli, vengano tramutate in fatti concreti. Ad essere penalizzata è stata soprattutto una società come la Paganese».

Carmine Torino