SERIE C

Paganese, quattro giorni fondamentali

Scontri diretti domani a Rieti e mercoledì pomeriggio con il Matera. Riecco Parigi

È una vigilia importante per la Paganese. Domani pomeriggio a Rieti sarà in palio una bella fetta di salvezza, perché il pareggio conquistato domenica scorsa al Torre contro la forte Vibonese ha sì dato coraggio agli azzurrostellati, ma non è servito a cambiare granché in una situazione di classifica che intanto - anzi - è peggiorata. 

 La squadra allenata da Fabio De Sanzo è tornata al penultimo posto, la tiene “in vita” (e non in coda) il Matera perché paga 8 punti di penalizzazione e probabilmente ne beccherà ancora altri, per inadempienze amministrative, però è evidente la necessità di rompere il tabù vittoria. Nel turno infrasettimanale di mercoledì ci è riuscita la Viterbese, che è stata ultima per un po’ a causa della lunga inattività e delle tantissime partite da recupere ma che certamente non va considerata come una diretta rivale per evitare i playout. 

 Piuttosto, la Paganese può, anzi deve, fare la corsa proprio sul Rieti, che al momento delimita la zona spareggi e ha 10 punti in classifica, contro i 4 degli azzurrostellati. La squadra guidata dal portoghese Ricardo Chéu ha vinto tre volte, pareggiando una gara soltanto ma perdendone ben nove, l’ultima cinque giorni fa, in maniera beffarda, in casa della Reggina. Per capitan Francesco Scarpa e compagni è un avversario alla portata.

 La seduta di rifinitura in programma oggi scioglierà gli ultimi dubbi di formazione ma in vista c’è un recupero importante per Fabio De Sanzo:, che riavrà a disposizione l’attaccante Giacomo Parigi