SERIE C

Paganese, furia De Sanzo: «Voglio gente che lotta»

Il tecnico suona la scossa dopo l’ennesimo ko

PAGANI - Se qualcuno gli avesse pronosticato che a Rieti sarebbe arrivata una pesante débâcle, sicuramente non gli avrebbe creduto. Fabio De Sanzo non riesce a darsi pace di una Paganese che non è stata nemmeno l’ombra di quella vista all’opera contro la Vibonese. «Non siamo stati capaci di giocarcela - tuona il trainer azzurrostellato - contro un avversario che, a mio modesto parere, più che vincere la partita, gliel’abbiamo letteralmente regalata noi. Ma voglio chiarire una cosa. Se qualcuno pensa che io possa gettare la spugna, si sbaglia di grosso. Nonostante non sia stato io a fare la squadra, mi prendo sempre le responsabilità di un tracollo dei ragazzi». Una situazione difficile, dalla quale l’allenatore della Paganese proverà a venir fuori, nell’attesa che riapra il mercato e la società possa regalargli i rinforzi necessari per rinforzare l’organico. «Non mi interessa pensare adesso dell’esonero o meno da parte della società. Io credo - continua il trainer calabrese - che nella vita ci voglia onestà in tutte le cose e a ogni livello. La società sa che bisogna potenziare la squadra ma bisogna attendere l’apertura del mercato. Fino a quel momento dobbiamo stringere i denti e andare avanti con dignità e sperare di centrare la prima vittoria al più presto. Ai miei ragazzi chiedo impegno e costanza e di lasciarsi alle spalle le polemiche che in questo momento sono inutili e sterili».

Carmine Torino