Non bastano due rientri Scafati è al terzo ko di fila 

Basket A2. I gialloblu provano a sorprendere Udine, poi perdono di soli 3 punti La Givova è ultima nel girone Bianco nonostante i recuperi di Marino e Sergio

Non si sblocca la Givova Scafati. Terza sconfitta consecutiva per la formazione di coach Alex Finelli nel girone Bianco. I gialloblu provano a sorprendere l’Apu Old Wild West Udine, ma sono costretti a soccombere nel finale (86-83). Non bastano gli incoraggianti rientri di capitan Marino e Sergio ai campani per smuovere una classifica, che vede la Givova fanalino di coda.
Nel primo periodo Scafati prova a premere il piede sull’acceleratore con Palumbo e Thomas (4-8). I friulani rimangono a contatto con Mobio e Foulland che ribaltano la situazione (13-12). I gialloblu sembrano un’altra squadra rispetto a mercoledì scorso contro Torino e replicano colpo su colpo. Sul finire una tripla del solito Rossato, ben imbeccato da Marino, ferma il punteggio sul 18-20. Nei secondi dieci giri di lancetta Benvenuti e uno scatenato Sergio trascinano la Givova fino al sorprendente +9 (21-30). Così coach Boniciolli è costretto a chiamare timeout per cercare di motivare al meglio la sua squadra. Benvenuti fa male nel pitturato, ma Udine comincia a crescere con il passare dei minuti. Johnson e Antonutti sono una spina nel fianco per gli ospiti. Poi Amato infila la tripla del 33-32, che stavolta porta Finelli e fermare l’emorragia. L’Apu Old Wild West continua il proprio forcing con Johnson e Deangeli. Così si torna negli spogliatoi con i padroni di casa avanti di sei lunghezze (44-38).
Alla ripresa delle ostilità si rivede la Scafati pimpante del primo quarto. Benvenuti e Sergio vedono il canestro come una vasca da bagno e riducono il gap fino al -1 (44-43). Ma dall’altra parte è pronta la risposta da parte dell’ex Italiano e di Johnson (51-46). Per i viaggianti comincia, però, a carburare anche Thomas, che sorretto da un rovente Sergio tiene i suoi in linea di galleggiamento (51-50). L’inerzia passa così nelle mani della Givova, che mette due possessi di distacco grazie a Jackson e al prezioso Marino (56-62). Udine si mantiene sempre in agguato. Quasi allo scadere una tripla siderale di Musso tiene Scafati con il muso avanti (65-69), prima dell’ultimo riposo. Nella quarta frazione è Benvenuti a trovare ancora il fondo della retina. L’Apu Old Wild West non si disunisce e si rimette in carreggiata con la schiacciata di Pellegrino e il tiro dalla lunga distanza di Giuri (70-71). Le percentuali calano però gli ospiti, che subiscono ancora la precisione di Giuri dai 6,75 (73-72). Palumbo segna un canestro importante, ma la mira soprattutto di Thomas è assai imprecisa. Ne approfittano i friulani che creano un po’ di distacco con l’immarcabile Johnson e Antonutti (81-76). L’ennesima bomba di Giuri sembra mandare in titoli di coda in anticipo (84-76). Ma Scafati ha un sussulto con Marino e Thomas, che regalano una chance alla loro squadra (84-81). La mano di Deangeli trema dalla lunetta, però nell’azione decisiva, con 20’’ sul cronometro, Thomas commette un’ingenua infrazione di passi. È vittoria per Udine, con Scafati che rischia sempre più di terminare ultima un girone Bianco quanto mai maledetto.
Apu Old Wild West: Foulland 8, Deangeli 4, Giuri 22, Johnson 15, Antonutti 18, Nobile 2, Mobio 2, Agbara n.e., Pellegrino 5, Schina n.e., Italiano 5, Amato 7. All. Boniciolli.
Givova Scafati: Sergio 15, Thomas 10, Cucci 4, Jackson 10, Marino 6, Rossato 8, Palumbo 10, Musso 5, Dincic n.e., Benvenuti 15. All. Finelli.
Gianluca Buonocore
©RIPRODUZIONE RISERVATA