Nicola, è tempo di Coppa Mazzocchi scalda i motori 

Ieri il gruppo si è allenato sotto gli occhi attenti dell’ad Milan e del ds De Sanctis Per il mister è emergenza difesa. Kastanos: «Vogliamo una salvezza tranquilla»

Testa al Parma. Preme forte sull’acceleratore la Salernitana, bramosa di iniziare con il piede giusto la propria stagione davanti al pubblico granata. Sotto gli occhi dell’ad Maurizio Milan e del ds Morgan De Sanctis, nel secondo allenamento settimanale verso la sfida di Coppa Italia di domenica sera sul prato dell’Arechi, Davide Nicola ha continuato a battere sulla tattica, ragionando sul possibile starting-eleven da schierare contro gli emiliani di Fabio Pecchia.
Le prove. Si ripartirà dal 3-5-2, modulo predefinito ma costretto a fare i conti con pesanti defezioni. Perché per Radovanovic, Gyomber, Mamadou Coulibaly e Bradaric occorrerà ancora aspettare, costringendo dunque Nicola a fare di necessità virtù. In particolar modo in difesa, reparto con gli uomini contati. Piove sul bagnato, con lo stop dell’ultim’ora di Jaroszynski. Problema muscolare per il polacco che verrà valutato nelle prossime ore e possibile forfait con il Parma. Fazio sarà il perno centrale del terzetto a protezione di Sepe, con Pirola e Mantovani ai lati dell’argentino. Chance importante per l’ex Alessandria, in predicato di andar via ma considerato l’interprete migliore come braccetto destro a disposizione dello staff tecnico. Sulle fasce, scalda nuovamente i motori Pasquale Mazzocchi. Il laterale napoletano è ritornato a lavorare con i compagni e fungerà da esterno sinistra lasciando la corsia destra ad uno fra Kechrida e Valencia. Il tunisino è il rincalzo naturale, seppur inizialmente fuori dai piani tecnici granata. Valencia invece è la possibile arma a sorpresa: il cileno si è fatto apprezzare per la duttilità e soprattutto per l’ottima gamba messa in mostra in questa prima parte di avventura con la maglia della Salernitana. Nicola potrebbe schierarlo largo per permettere di dare supporto all’attacco e alzare il tasso tecnico. Ieri intanto ha ripreso a lavorare in gruppo anche Sambia ma per il francese ci sarà ancora da aspettare. Un dubbio anche in mediana: Bohinen e Lassana Coulibaly sono inamovibili mentre il ballottaggio è apertissimo fra Kastanos e Capezzi. Il cipriota vuole subito lasciare il segno e sogna una maglia da titolare, seppur da battere ci sia la concorrenza del mediano toscano. Pochi dubbi in attacco, con Bonazzoli che sogna un nuovo gol all’Arechi pronto a far coppia con Botheim, rimasto invece a secco nel Memorial Iervolino.
La prevendita. Intanto si scalda la temperatura in vista del match di domenica sera: dopo la partenza lenta dei giorni scorsi, ieri la corsa ai tagliandi per la sfida con il Parma ha fatto registrare un’accelerata, con il dato emesso dalla società in serata che parla di 4.246 tifosi sugli spalti per la “prima” della stagione. Emesso anche il piano traffico: a partire dalle ore 18 di domenica saranno interdette al traffico il sottopasso di fronte Ospedale San Leonardo, il sovrappasso Via dei Carrari, via Fangarielli e Via Degli Uffici Finanziari in direzione stadio.
Le parole. «Sono molto felice di essere qui, proverò a ripagare la fiducia sul campo». Grigoris Kastanos si presenta per la seconda volta in due anni come nuovo calciatore della Salernitana. «Ci attende un campionato molto difficile e per questo motivo sarà fondamentale lo spirito del gruppo, di poter sfruttare le qualità di tutti i calciatori. - le parole ai canali ufficiali del club - Veniamo da un campionato incredibile, ora puntiamo ad una salvezza tranquilla, con l’aiuto di una delle tifoserie più belle d’Italia. Sono carico e darò il mio apporto già con il Parma».(sa. ro.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA