Napoli, un ko dolcissimo È tra le magnifiche otto 

Gli azzurri avanzano ai quarti di finale di Europa League, Ancelotti soddisfatto Il gol di Milik in avvio rende vana ogni speranza del Salisburgo. Oggi il sorteggio

La sconfitta più dolce. Il Napoli perde ma avanza ai quarti di finale di Europa League (nella tarda mattinata di oggi l’atteso sorteggio). Il ko per 3-1 rimediato alla Red Bull Arena di Salisburgo è indolore perché sette giorni prima, al San Paolo, gli azzurri avevano schiantato gli austriaci con un netto 3-0 e l’immediato vantaggio griffato Milik, al pronti-via del match di ritorno, ha inevitabilmente abbassato il livello di tensione dei partenopei, che si presentavano in casa della formazione di Rose con una difesa pesantemente rimaneggiata. Quel che conta, per la squadra allenata da Carlo Ancelotti, è aver raggiunto l’obiettivo. Il Napoli vuole la finale di Baku e da ieri la vede un po’ più vicina visto che è nel tabellone delle “magnifiche otto” della seconda competizione continentale per club.
Gli azzurri, costretti a rinunciare in extremis a Insigne, bloccato da un risentimento muscolare durante il riscaldamento, schierano dal 1’ Mertens e passano subito a condurre al 13’: Milik sfrutta un rimpallo tra due difensori del Salisburgo, su traversone di Zielinski da sinistra, e chiude di fatto il discorso qualificazione, perché a quel punto per qualificarsi gli austriaci dovrebbero segnare cinque gol. Il pareggio dei padroni di casa arriva dopo un clamoroso errore di Allan che davanti alla propria area di rigore, con un passaggio orizzontale, offre il pallone a Szoboszlai, che serve a Dabbur l’1-1. Il Napoli fino alla fine del primo tempo si difende con ordine e la porta di Meret non corre ulteriori rischi. Nella ripresa, però, gli austriaci trovano il vantaggio al 20’ con una deviazione volante di Gulbrandsen, su traversone da sinistra di Ulmer. Nel recupero il 3-1 griffato Leitgeb. Nella di grave, per gli azzurri la qualificazione ai quarti di finale non è mai stata in discussione. «La partita è stata preparata e giocata bene, la chiave nel finale della gara d’andata che siamo riusciti a vincere per 3-0 e il gol di Milik ha chiuso la qualificazione», il commento di Carlo Ancelotti al termine del match. «L’obiettivo era non farci schiacciare all’inizio e ci siamo riusciti, andando anche in rete. Poi nel secondo tempo dovevamo gestire e forse lo abbiamo fatto troppo, ma ora guardiamo al quarto di finale che sarà impegnativo». L’allenatore del Napoli si è detto soddisfatto del rendimento dei due centrali Chiriches e Luperto, scelte obbligate in difesa: «Hanno fatto un’ottima partita considerando che hanno giocato poco, tutti e due hanno dimostrato sicurezza e lucidità, la sofferenza nella ripresa è stata generale», l’analisi di Ancelotti a cui il popolo azzurro chiede di conquistare l’Europa League.
©RIPRODUZIONE RISERVATA