CALCIO

Massimo Grisi: «Figc, trasparenza e tanto lavoro»

Il neo vicepresidente vicario del Comitato Regionale Campano: «Affronto l’avventura con entusiasmo e responsabilità»

SALERNO - C’è molto da fare. Tocca cominciare in fretta. Anche se, in realtà, abbiamo già iniziato». Massimo Grisi è abituato a esser operativo. A riempire ogni tempo con un’azione. Farmacista prestato al calcio, ieri l’altro è diventato vicepresidente vicario del Comitato Regionale Figc Campania. «Una grande responsabilità», sottolinea. E «un grandissimo entusiasmo come base di partenza per questa nuova avventura», garantisce. Idee chiare, all’alba d’una sfida lunga dodici mesi, perché il quadriennio olimpico si esaurisce nel 2020 e per la nuova governance guidata da Carmine Zigarelli c’è un’agenda fitta d’impegni. «Il fatto d’esser in carica fino al 30 giugno del prossimo anno - spiega Grisi - dà l’esatta dimensione di quanto il gruppo ch’è stato eletto non aspiri ad alcuna gestione del potere né a qualunque tipo d’altro interesse. Abbiamo intrapreso questo cammino perché il calcio in Campania aveva bisogno di tornare alla normalità. Era troppo importante uscire dalla fase del commissariamento». Ora la macchina s’è rimessa in moto e per il professionista salernitano è arrivato il momento d’afferrare il volante. «Chi conosce la mia storia potrà immaginare che non sono stato io a propormi per questo ruolo. L’ho accettato per amore del calcio, senza secondi fini, pronto a vivere questa esperienza seguendo i principi che hanno contraddistinto qualsiasi impegno preso nella mia vita: l’onestà, la trasparenza e la correttezza», continua Grisi.

L'ARTICOLO COMPLETO SUL GIORNALE IN EDICOLA OGGI