Lecce, c’è ottimismo per gli infortunati 

Il tecnico Baroni spera di svuotare l’infermeria per il confronto con l’ippocampo

Timidi segnali positivi e speranze di recupero. In casa Lecce filtra un sottilissimo ottimismo dopo gli infortuni che hanno colpito tre difensori giallorossi a margine del ko del Bentegodi con il Verona. Se già alla ripresa dei lavori di domenica mattina gli esami strumentali avevano escluso fratture per il centrale francese ex Barcellona Umtiti e per i terzini Gallo e Gendrey, anche la seduta di ieri ad Acaya ha offerto buone sensazioni allo staff sanitario e al tecnico Marco Baroni. I tre calciatori usciti acciaccati (tutti vittime di traumi contusivi), al pari di Blin, infatti, hanno già ripreso a correre, seppur a ritmi blandi e sotto lo stretto controllo dello staff medico. Ovviamente solo lavoro differenziato per loro, che si sono allenati lontano dal resto del gruppo. Seduta individuale anche per Voelkerling, che ha accusato un fastidio muscolare, assenti ancora una volta dopo la ripresa di domenica mattina Pongracic e Dermaku. Baroni spera di poter registrare quanti più recuperi possibili in vista della gara di venerdì sera tra le mura amiche contro la Salernitana, sfida che aprirà il girone di ritorno dopo quello d'andata chiuso a 20 punti, grazie alla proposta di un calcio convincente e capace di far arrivare i salentini al giro di boa con otto punti di vantaggio sulla zona retrocessione.
Dopo aver vinto l’andata all'Arechi, al via Del Mare nuovo scontro diretto che pure mette in palio punti importanti, forse ancora più pesanti di quelli conquistati dai giallorossi lo scorso settembre. Qualora Umtiti dovesse dar forfait, in ogni caso, a prenderne il posto sarà uno tra Pezzella e l’ex bandiera granata Alessandro Tuia, oltre 130 presenze con l’ippocampo sul petto in sei stagioni passate in granata dalla fu Seconda Divisione alla serie B. Se anche Gallo non dovesse recuperare, ci sarà spazio per entrambi, con Pezzella pronto a scalare sulla corsia mancina. Non è esclusa in vista della gara di venerdì anche una nuova chance per Assan Cessay in avanti. Il gambiano dopo una prima parte convincente di campionato, con tre gol nelle prime dieci giornate (di cui uno realizzato proprio contro la Salernitana nel “principe degli stadi”), è finito un po’ fuori dai radar in favore di Colombo, ma nonostante appena 20 minuti giocati nelle ultime quattro partite, mister Baroni ha dichiarato di non aver bocciato la punta africana. Anzi l’allenatore dei giallorossi ha ribadito che già a partire dai prossimi impegni potrebbe trovare nuove occasioni per mettersi in mostra.
Stefano Masucci
©RIPRODUZIONE RISERVATA