SERIE C

Lancio di fumogeni a Bari, altra multa per la Cavese

Contro il Rende senza Matera ma per invertire il trend esterno negativo

Ancora una multa per la Cavese del presidente Massimiliano Santoriello dopo l’ultima trasferta a Bari: stavolta sono 2000 euro, perché “propri sostenitori, in campo avverso, introducevano e accendevano numerosi fumogeni alcuni dei quali venivano lanciati nel recinto di gioco, uno nel settore dell'opposta tifoseria nonché due petardi di cui uno nel recinto di gioco, il tutto senza conseguenze”. La sfida Bari-Cavese era “condita da ulteriore pepe” a causa della rivalità tra le opposte tifoserie, dovuta anche al fatto che i tifosi di Bari sono gemellati con quelli della Salernitana (a loro volta rivali storici dei biancoblù), ma oltre a questo i sostenitori della Cavese erano arrabbiati perché la loro squadra aveva incassato il primo gol dopo 17 minuti, e il secondo al minuto 28, il che però non giustifica il lancio di petardi e altri oggetti. Confermata inoltre la squalifica di Antonio Matera, il centrocampista dei biancoblu che, avendo ricevuto la quinta ammonizione in otto incontri, non potrà giocare la prossima gara, prevista domenica a Vibo Valentia contro il Rende.