La Virtus si trasferisce a Capriglia Mille posti, biglietti a pagamento 

La prima squadra di pallacanestro della città di Salerno lascia il capoluogo dopo i problemi a Matierno Il prossimo campionato di serie B a Pellezzano, i tagliandi d’ingresso al palasport costeranno tre euro

L'annuncio era nell'aria già da diversi giorni, adesso è arrivata l'ufficialità. La Virtus Arechi Salerno, prima squadra di basket del capoluogo che gioca in serie B, cambia casa. Sarà il Palasport di Capriglia, frazione del comune di Pellezzano, ad ospitare infatti il team di patron Nello Renzullo per le gare interne della stagione 2019-2020. Il moderno palazzetto, che garantisce mille posti a sedere, ha già in passato ospitato importanti realtà sportive della provincia, in ultimo la Polisportiva Due Principati di Baronissi (serie A2 di volley femminile), che ha chiuso l'ultimo campionato proprio a Capriglia, prima della "migrazione" verso Pontecagnano Faiano dove giocherà invece il prossimo campionato. In passato anche la Pdo aveva porto a Pellezzano la pallamano femminile.
La struttura gestita da Giampaolo Rizzo adesso apre le sue porte al team blaugrana, voglioso di alzare l'asticella non solo per quanto riguarda l'aspetto tecnico, ma sotto ogni punto di vista all'alba della terza stagione nella città di San Matteo. Finisce quindi l'avventura con il PalaSilvestri, sicuramente nell'immaginario collettivo la casa della pallacanestro salernitana, ma con diversi problemi logistici e strutturali che vanno ben al di là della capienza di pubblico che la struttura del quartiere Matierno può ospitare.
Basti pensare che negli ultimi due anni ci sono stati problemi con i tabelloni dei canestri e con la capienza di pubblico ridotta a 200 persone in occasione dei playoff contro San Severo due stagioni fa. Addio a Salerno, insomma, seppur per trasferirsi in un comune confinante, dopo diverse idee e confronti con l'amministrazione del capoluogo: si era parlato di un palatenda nel quartiere Mariconda, così come di un palazzetto nei pressi dello stadio Arechi, ipotesi ambedue tramontate sul nascere, o quantomeno rinviate al futuro. Di lì la decisione di continuare a guardarsi intorno, per cercare una nuova casa più funzionale sotto ogni punto di vista pronta ad accogliere Leggio e compagni non solo per le gare interne del prossimo campionato di serie B, ma anche negli allenamenti.
Il primo contatto con il Palasport di Capriglia, ci sarà lunedì: dopo il raduno, programmato per il giorno prima, e le visite mediche, ci sarà il primo allenamento ufficiale della nuova stagione sotto la guida di coach Giovanni Benedetto, arrivato in sostituzione di Orlando Menduto. Nel frattempo, la società valuta anche l'introduzione di ticket di ingresso per assistere ai match interni del roster salernitano, pure per testare e tastare la risposta di pubblico dopo il trasferimento a Capriglia, distante circa 4 chilometri da Fratte, svincolo necessario per raggiungere Matierno.
Valutazioni ancora in corso, ma in caso di esito positivo, il prezzo del biglietto sarà comunque meramente simbolico, (si parla di una cifra che dovrebbe aggirarsi intorno ai 2-3 euro). Un passo in avanti la società proverà a farlo anche dal punto di vista del merchandising, altro "tarlo" nella testa di dirigenza e proprietà. Si punta infatti a costruire una relazione con alcuni punti vendita cittadini per diffondere materiale tecnico e gadget.
Avviati, nei giorni scorsi, i primi contatti con alcuni punti vendita, su tutti Tackle Sa, fresco di accordo anche con la Salernitana, ma sarà necessario prima un confronto con Antonio Siano, ex cestista e titolare dell'azienda che rifornisce il materiale tecnico alla Virtus Arechi Salerno.
Stefano Masucci
©RIPRODUZIONE RISERVATA