BASKET

La Virtus Arechi Salerno espugna il PalaPulerà dopo un tempo supplementare (61-70 dts)

Il quintetto di Menduto rimonta dal -11 ed ottiene la vittoria, vendicando la sconfitta dell’andata

SALERNO - La Virtus Arechi Salerno concede il bis nella gara valida per la 26^ giornata del campionato di Serie B Old Wild West. C’è voluto un tempo supplementare per stabilire la vincente del confronto tra la Mastria Vending Catanzaro e la squadra cara al presidente Nello Renzullo. 61-70 il punteggio finale che ha premiato i blaugrana che, dopo una discreta partenza, hanno accusato un passaggio a vuoto nel secondo periodo, al quale hanno posto rimedio nella ripresa.

Di Prampero ha segnato sulla sirena il canestro che ha portato la partita all’overtime e qui il roster allestito dal diesse Pino Corvo, sfruttando una panchina più lunga e una maggiore lucidità, non ha consentito ai padroni di casa di segnare e si è aggiudicato la vittoria meritatamente, vendicando anche la sconfitta rimediata all’andata contro i calabresi. Coach Orlando ha potuto così festeggiare il secondo hurrà consecutivo alla guida della Renzullo Lars Salerno, bissando quello della scorsa settimana al termine del match con Isernia.

Grazie al blitz compiuto un PalaPulerà gremito in ogni ordine di posti, grazie all’ingresso gratuito stabilito dalla società del presidente Procopio per chiamare a raccolta il pubblico amico, la Virtus Arechi Salerno approfitta dello scivolone di Cassino in casa della Costa d’Orlando e con 38 punti all’attivo risale al terzo posto, occupato ora in coabitazione con i laziali e con la Virtus Valmontone (che ha vinto 51-64 ad Isernia). In vetta prosegue la marcia di Palestrina (44 punti), tallonata da Barcellona (42). A quattro giornate dal termine della stagione regolare, però, tutto può ancora succedere, anche alla luce dei tanti scontri diretti ancora in calendario, come quello dal quale la prossima settimana sono attesi capitan Cucco e compagni, che andranno a far visita proprio alla Virtus Valmontone.