L’Angri pronto a ripartire da De Felice 

Serie D. Attesa per oggi l’ufficializzazione del sostituto del dimissionario Sanchez

Oggi dovrebbe essere il giorno dell’annuncio ufficiale del nuovo allenatore dell’Angri: il candidato numero uno rimane Severo De Felice. L’ex portiere grigiorosso, con alle spalle l’ultima panchina con la Scafatese in Eccellenza, sarà al 90% il prossimo tecnico sotto l’ombra di palazzo Doria, il terzo di questo ritorno in Serie D dopo le parentesi Antonio Floro Flores e Luigi Sanchez. Ieri sera le alte sfere della dirigenza angrese si sono incontrate per definire una volta per tutte la guida tecnica che dovrà portare in zone sicure la classifica angrese. Al momento infatti l’Angri è in piena zona playout a solo un punto dalla zona “franca” ma con diverse squadre che fino al termine del campionato battaglieranno senza esclusioni di colpi. Serve quindi un uomo di polso che conosce bene l’ambiente legato a San Giovanni, De Felice vanta esperienze in merito ed è proprio su di lui che pare concentrarsi la fumata bianca, di cui si avrà ufficialità nella giornata odierna. Mister Roberto Iannone tornerà così dopo l’esperienza sarda contro l’Ilvamaddalena a seguire la crescita della formazione Juniores, non prima di aver vissuto un’esperienza importantissima. Qualcuno nell’ambiente, dopo il pareggio con personalità contro il club sardo, aveva chiesto una seconda possibilità per il giovane allenatore ma la dirigenza anche per coerenza ha continuato a perpetuare una strada diversa. Dal campo però arrivano notizie positive nonostante la tribolante settimana attraversata dai grigiorossi. In Sardegna la squadra ha dimostrato di esserci, soprattutto nel primo tempo, una frazione nella quale i giocatori in campo hanno dimostrato che con il giusto atteggiamento e una buona condizione fisica, possono essere capaci di andare in vantaggio contro una formazione identificata come diretta pretendente per la lotta salvezza. Un’altra nota positiva è stata la capacità di resistenza del secondo tempo che non ha visto consumarsi una completa rimonta come per esempio capitato nella gara di andato allo stadio “Novi”. L’elemento tattico di novità è stato poi senza dubbio l’impiego di Sall terzino destro al posto di Riccio, con il ruolo di “under” avanzato in tattico con l’utilizzo di Giordano. Un antipasto di quello che sarà forse il corso di Severo De Felice legato al 3-5-2.
Alfonso Romano
©RIPRODUZIONE RISERVATA