IL FUTURO

Ipotesi 20 maggio per la ripartenza del calcio

Il numero uno della Figc, Gravina, chiede lumi alla Uefa e alla Fifa

ROMA -Perdite da circa un miliardo di euro. Il calcio italiano fa la stima dei danni legati all’emergenza Coronavirus. Nell’assemblea di Lega di serie A tenutasi ieri in conference call, i venti club del primo campionato nazionale hanno discusso del possibile bilancio in rosso in caso di mancata ripresa delle attività, stilando in 720 milioni di euro il passivo da fronteggiare. All’esorbitante cifra, legata ai mancati introiti dai diritti tv, merchandising e botteghino, ci sono da aggiungere anche la stima dei danni fatta da serie B e serie C. Per il campionato che ospita la Salernitana, si parla di una cifra che si aggira sui 150 milioni di euro. (sa.ro.)

L'ARTICOLO COMPLETO SUL GIORNALE IN EDICOLA OGGI