IL RICORDO

In Cilento un monumento per Maradona

L’opera, ideata e realizzata da Alessandro Salati e Angelo Caroni a Cetinete di Gioi, è già diventata meta di pellegrinaggio

«Non può comprendere la passione chi non l’ha provata». Lo diceva Dante Alighieri, di cui proprio quest’anno ricorrono i 700 anni dalla morte, e sarà proprio il vivere già dalla tenera età la passione per il Napoli e in particolar modo per Diego Armando Maradona che ha spinto Alessandro Salati a dedicare un vero e proprio monumento al più grande giocatore di tutti i tempi scomparso a novembre dello scorso anno. E il monumento per il “Dio del Calcio”, Salati, lo ha fatto sorgere a Gioi, nel Cilento: «Volevo dedicare un qualcosa di originale a una persona speciale che nonostante sia venuta a mancare è ancora nel cuore di tutti noi tifosi del Napoli», ha spiegato. E così, coinvolgendo nel progetto l’amico Angelo Caroni, ha deciso «non di creare un murales o una scultura qualsiasi, ma una scritta in legno stile Hollywood». Detto fatto perché è bastata qualche settimana di duro lavoro per mettere insieme la nota sigla “D10S” che ora troneggia in località Cetinete: «Per iniziare l’opera abbiamo - ha svelato Salati - dovuto stabilire la grandezza dei pannelli in legno (1,60 metri x 80 centimetri), poi abbiamo fatto stampare le figure interessate che successivamente sono state sovrapposte ai pannelli»

L'ARTICOLO COMPLETO SUL GIORNALE IN EDICOLA OGGI