Il Parma sogna l’impresa all’Arechi 

Domenica sfida ai granata ma non ci sarà Buffon: al suo posto pronto Chichizola

Ritorno al lavoro a Collecchio dopo due giorni di riposo per iniziare a mettere nel mirino l’esordio stagionale ufficiale. Il Parma di Fabio Pecchia, che dopo la promozione in A conquistata con la Cremonese sogna di servire il bis con i ducali, sarà il primo avversario della Salernitana, che domenica sera, all’Arechi, scenderà in campo contro gli emiliani per i trentaduesimi di finale di Coppa Italia. Al di là dell’importanza della posta in palio, Vazquez e compagni puntano a iniziare nel migliore dei modi l’annata 2022-2023 dopo lo scorso, deludente, torneo cadetto, chiuso con un desolante dodicesimo posto in classifica e ogni velleità di promozione abbandonata con larghissimo anticipo. Il tecnico di Formia ha concesso ai suoi due giorni di riposo dopo il test match vinto per 1-0 contro il Lecce, che è valso a Tutino e compagni un’importante iniezione di fiducia per un successo contro una squadra di categoria superiore. «Ho avuto risposte positive sin da subito, considerato il tempo e il momento in cui abbiamo affrontato questa gara sono contento», ha affermato Pecchia dopo la sfida vinta contro i salentini, mettendo già nel mirino l’impegno di domenica sera in terra campana. I ducali puntano a trovare ulteriori certezze anche contro la Salernitana, puntando molto anche sulla voglia di riscatto di Tutino, attaccante napoletano che in granata è stato capocannoniere e grande protagonista della truppa allenata da Fabrizio Castori capace di conquistare il ritorno in A dopo oltre 20 anni dall’ultima volta. Il bomber partenopeo, riscattato interamente dal Parma, non è riuscito a ripetersi all’ombra del Tardini ma Pecchia ha fatto intendere a più riprese di voler ripartire da Tutino, che sogna già davanti ai suoi ex tifosi di farsi rimpiangere dopo l’impresa del maggio 2021 e il mancato acquisto a titolo definitivo da parte della dirigenza dell’ippocampo, all’epoca alle prese con le difficoltà legate al trust. Il tecnico ex Cremonese, che aspetta il pieno recupero di Buffon, chiamato a smaltire definitivamente un infortunio patito sul finire dello scorso campionato, potrebbe affidarsi a Chichizola tra i pali, e all’estro di Vazquez sulla trequarti. (s. m.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA