SERIE A

Hysaj-Napoli, fulmine a ciel sereno

Giuffredi, procuratore del calciatore, attacca il club e mister Ancelotti

NAPOLI - Nel Napoli scoppia il caso Elseid Gezim Hysaj: il difensore di nazionalità albanese è scontento perchè scarsamente impiegato dal tecnico Carlo Ancelotti. Una sola gara in campo nelle ultime quattro, ed il suo procuratore, Mario Giuffredi, attacca il club. «E’ diventato la quarta scelta? In estate poteva andare al Chelsea con Maurizio Sarri, ma Carlo Ancelotti ha detto apertamente di stimarlo e puntare tanto su di lui. Nell’ultimo periodo, i fatti hanno però dimostrato che ha giocato una sola gara su quattro. Insomma, i fatti dicono che per il tecnico, evidentemente, non è così importante, non lo reputa più un titolare ». Giuffredi, poi, aggiunge: «Contro l’Inter, avete visto, il mister ha schierato José Callejon da terzino, in altri casi ha fatto giocare Nikola Maksimovic o Kevin Malcuit. Se è così, se c’è da togliere il disturbo, allora toglieremo il disturbo. Hysaj non merita nessun trattamento sbagliato da parte di nessuno, visto quanto dimostrato fino ad oggi. Se l’allenatore è rimasto deluso, lo dica subito, sarebbe la cosa più corretta. Se per il tecnico si tratta di un declassamento e non di una fase transitoria, mi aspetto che il mister stesso dica chiaramente che Hysaj è una quarta scelta. E’ corretto dirci la situazione reale: siano chiari e si risolve il problema ». Entrando nei particolari il procuratore del terzino albanese ha sottolineato: «La clausola da 50 milioni è un ostacolo? Bisogna trovare una soluzione e risolvere i problemi. Hysaj negli ultimi tre anni è stato il terzino migliore d’Europa, adesso non è diventato improvvisamente un giocatore di basso livello o non in grado di fare il proprio lavoro. L’allenatore deve essere chiaro, sennò si crea un danno alla società e al calciatore: così diventa un problema grosso. Se non è visto bene, ma solo come alternativa, chiederemo la cessione a gennaio. Un giocatore come lui non fa l’alternativa di nessuno».