Figu-mania, la storia granata in edicola 

Caccia all’ultimo “doppione” per completare l’album per il Centenario della Salernitana, nuova iniziativa per i collezionisti

La storia granata diventa una “mania” da incollare e collezionare. Cancellando anche gli errori che non sono passati inosservati. “Sentimento Granata”, la raccolta di figurine sui cent’anni della Salernitana ideata e prodotta da Creatiwa Studio, ha fatto esplodere la caccia all’ultimo doppione fra i supporters dell’ippocampo che, adesso, a poche settimane dal lancio dell’iniziativa editoriale, stanno cercando di completare la collezione. Sui social, infatti, sono nati dei gruppi per “scambiarsi la storia” e cercare così di completare l’album. Presto, però, sarà molto semplice procurarsi i pezzi mancanti: a breve, infatti, saranno in distribuzione in tutte le edicole le bustine contenenti le figurine di “Sentimento Granata”. «Ci saranno altre sorprese nei prossimi giorni, le bustine saranno in vendita anche nelle edicole», spiega Giovanni Sapere, direttore creativo e fondatore dell’agenzia che si è occupata della produzione e della formulazione dell’album.
I refusi sul raccoglitore delle immagini da incollare scelte per descrivere l’avventura della massima espressione calcistica della città d’Arechi, iniziata il 19 giugno del 1919 con l’atto costitutivo del club al civico 67 dell’allora Corso Umberto I - ora via de’ Mercanti - sono stati cancellati. Sono in distribuzione, infatti, le bustine con le corrette diciture che hanno permesso di eliminare la topica sulle stagioni in granata di Pietro Strada, sulla fotografia errata di Vaclav Kolousek (nella prima versione, infatti, era ritratto Stefan Jansen), sul nome del portiere Soviero, erroneamente chiamato Stefano anziché Salvatore, e la didascalia sulla scenografia dell’amichevole Salernitana-Lazio che indicava lo stadio Vestuti invece che Arechi. Insieme alla bustina è in consegna anche una patch - da incollare direttamente sull’album - che permette di eliminare l’erronea descrizione del gol di Roberto Merino da centrocampo realizzato contro l’Albinoleffe. «Per chi non può ricevere il pacchetto nei punti vendita c’è la possibilità di una spedizione», spiega Sapere venendo incontro alle richieste dei tifosi. «Ci è dispiaciuto, purtroppo sono emersi i difetti e sono stati nascosti i pregi di questo lavoro che sta ricevendo tantissimi complimenti, anche da tanti protagonisti della storia della Salernitana. Purtroppo il tempo a disposizione ci ha fatto commettere qualche errore: come in ogni opera, anche le più importanti, ci sono dei difetti», racconta Sapere. «Con quest’album abbiamo regalato alla Salernitana e alla sua tifoseria tanti primati: è la prima raccolta di figurine in cui c’è la presenza di un capo ultrà, è una ricostruzione storica, attraverso le figurine, completamente diversa rispetto al solito e al passato. Abbiamo fatto degli sforzi immensi per regalare un prodotto gradevole. E, adesso, con l’approdo in edicola della nostra opera staremo sempre più vicini ai tifosi granata».
©RIPRODUZIONE RISERVATA