L'ELEZIONE

Figc, Gravina presidente e Lotito resta consigliere

Il numero uno uscente della Federcalcio rieletto con il 73%, battuto Sibilia

ROMA - Nessuna sorpresa. Gabriele Gravina partiva (stra)favorito e il verdetto dell’assemblea elettiva della Federcalcio ha tenuto fede a un pronostico che pareva e s’è rivelato inattaccabile. Il presidente uscente è stato confermato alla guida della Figc con il 73,45% dei voti. La fumata bianca è arrivata già al primo scrutinio, visto che lo sfidante Cosimo Sibilia s’è fermato al 26,25%. Il parlamentare avellinese, poche settimane fa rieletto alla guida della Lega Nazionale Dilettanti, ha provato la rimonta, ben consapevole però d’esser a caccia d’una impresa quasi impossibile. E che per strada, nei corridoi sanificati dell’hotel romano che ha ospitato l’evento, ha perso anche il “quasi”.

Resta in Consiglio Federale il multi-patron Claudio Lotito, anche se evidentemente schierato “in minoranza”, essendo stato tra i pochi a non aver sostenuto la ricandidatura di Gravina, sul cui documento mancavano appunto le firme di Lazio e Salernitana. L’imprenditore capitolino era stato, di fatto, già eletto un mese fa, nell’assemblea delle società del massimo campionato, in quota - appunto - Lega Serie A. Ieri c’è stata semplicemente l’investitura ufficiale per Lotito e, con lui, in rappresentanza delle squadre big, dell’interista Giuseppe Marotta. Gli altri consiglieri sono Giuseppe Pasini e Alessandro Marino per la Lega Pro; Stella Frascà e Daniele Ortolano per la Lnd, ai quali si aggiungono Florio Zanon (area Nord), Francesco Franchi (Centro) e Maria Rita Acciardi (Sud); in rappresentanza degli atleti professionisti Davide Biondini e Umberto Calcagno, per i dilettanti Valerio Bernardi e Chiara Marchitelli, per i tecnici professionisti Mario Beretta e per i dilettanti Zoi Gloria Giatras. Di diritto in Consiglio siedono anche i presidenti delle Leghe e dell’Aia, dunque Paolo Dal Pino (Serie A), Mauro Balata (Serie B), Francesco Ghirelli, (Lega Pro), Cosimo Sibilia (Dilettanti) e Alfredo Trentalange (Arbitri).

L'ARTICOLO COMPLETO SUL GIORNALE IN EDICOLA OGGI