Derbyssimo con il Napoli Tifosi partenopei in bilico 

La sfida dell’Arechi è considerata ad altissimo rischio dal Ministero dell’Interno Per ora bloccata la vendita dei biglietti in tutte le altre province della Campania

Il derby di Halloween tra Salernitana e Napoli sarà disputato regolarmente alle 18,00, ma con il serio rischio che all’Arechi possano essere presenti solo i tifosi di fede granata. Già nel Gos che si è tenuto ieri mattina in vista della sfida di sabato con l’Empoli, infatti, anche l’argomento derby è stato inevitabilmente sfiorato nella discussione. Le disposizioni per la gara del 31 ottobre, saranno però prese solo nei prossimi giorni, la Questura di Salerno e gli altri organi di controllo infatti hanno atteso le disposizioni dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive, che però ha deciso di rimandare ogni decisione al Casms. Alla gara tra Salernitana e Napoli è stata assegnato infatti il “Rischio 4”, ovvero quello massimo previsto dall’organo del Ministero dell’Interno che ha rimandato ogni disposizione al Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive. Situazione, quest’ultima, accaduta già in vista del derby tra Bari e Foggia giocato ieri sera al San Nicola, quando l’Osservatorio ha deciso di chiamare in causa il Casms bloccando momentaneamente la prevendita del settore ospiti per i supporters dei satanelli. Qualche giorno dopo, “l’organo superiore” del Viminale ha varato il blocco completo della trasferta per la tifoseria rossonera, permettendo ai soli tifosi di fede biancorossa di essere presenti allo stadio progettato da Renzo Piano.
Lo stesso Osservatorio, intanto, ha già imposto di non avviare la prevendita dei tagliandi d’ingresso per i residenti campani al di fuori della provincia di Salerno, blocco per i territori delle province di Napoli, Caserta, Avellino e Benevento. Il sentitissimo derby Salernitana-Napoli, in ogni caso inizierà alle ore 18,00. Non sarà infatti anticipato, salvo colpi di scena, alle ore 15,00 il fischio d’inizio all’Arechi, anche perché da Salerno al momento non è arrivata alcuna richiesta di cambiamento dell’orario per il match valido per l'undicesima giornata di campionato, e in passato la Questura aveva richiesto alla Lega di serie A che le partite considerate a rischio vengano disputate alla luce del sole e non in serale. Per la certezza dell’eventuale assenza o meno dei tifosi partenopei nel settore ospiti dell’impianto sportivo di via Allende, però, sarà necessario attendere le decisioni del Casms, attesi nei prossimi giorni.
Già la gara di sabato pomeriggio con l’Empoli assumerà un importante banco di prova, e non tanto per il rischio legato all’arrivo in Campania di oltre 100 tifosi toscani, quanto per la prima gara con l’Arechi riaperto al 75% dopo l’aumento della capienza stabilito dal Governo. Un modo per oleare il piano sicurezza “allargato” rispetto a quanto fatto finora nell’ultima sfida casalinga prima del derby. Nonostante l’assenza di rischi elevati, anche per la sfida contro la formazione allenata dal tecnico Aurelio Andreazzoli non sarà possibile usufruire della stazione della metropolitana zona Arechi, l’ultima fermata sarà ancora una volta all’Arbostella. In attesa di capire se Salernitana-Napoli sarà sfida solo per i tifosi di fede granata, al momento la decisione più probabile per la gara di Halloween.
Dopo le lamentele di Dazn, la Questura avrebbe proibito l’uso del microfono usato in Curva Sud dai leader dei gruppi ultras per lanciare i cori, giudicato potente da coprire anche la telecronaca dell’emittente tv.
Stefano Masucci
©RIPRODUZIONE RISERVATA