Colpo Givova, ecco Hannah Play per conservare la “A” 

Lo statunitense naturalizzato senegalese ha il compito di sostituire David Logan Enrico Longobardi: «Non lasciamo nulla al caso pur di raggiungere la salvezza»

La Givova Scafati riparte dal play-guardia Clevin Hannah, statunitense naturalizzato senegalese classe 1987. L’esperto esterno è l’acquisto, annunciato ieri, che deve sopperire alla perdurante assenza di David Logan, colpito da problemi muscolari che potrebbero tenerlo per un po’ lontano dai campi. Senza il Professore Scafati ha perso il suo killer instinct, che l’aveva portata fuori dalla zona pericolosa della classifica. «L’acquisto di Hannah è per noi un’aggiunta di valore, non solo perché acquisiamo un altro trattatore di palla, ma anche perché ha la giusta dose di leadership, talento ed esperienza per aiutarci a raggiungere la salvezza. - ha detto il responsabile dell’area tecnica Enrico Longobardi - Siamo sempre molto attenti al mercato e a cosa ci succede intorno, l’abbiamo ampiamente dimostrato sia in passato che adesso: non lasceremo nulla al caso nella nostra corsa per il mantenimento della Serie A e usufruiremo di tutte le armi a nostra disposizione per arrivare a fine anno con l’obiettivo in tasca». Intanto c’è da digerire la seconda sconfitta consecutiva per i gialloblu (ma terza complessiva) senza Logan. Coach Attilio Caja ha provato a fare di necessità virtù ottenendo risposte anche importanti, in particolar modo a Tortona, dai vari Okoye e Rossato. In questa settimana, in vista dell’anticipo casalingo di sabato con Venezia e soprattutto del derby di Napoli del prossimo 5 febbraio, il suo innesto sarà fondamentale per cercare di avere più punti nelle mani. Hannah ha costruito praticamente tutta la sua carriera in Spagna. Quest’anno ha cominciato la sua stagione con la casacca del Fuenlabrada. Ma varie sono state le squadre iberiche a partire da Badalona, Bilbao Beri, Murcia, Gran Canaria e Andorra. Con quest’ultima ha giocato per ben tre stagioni mettendo a segno oltre mille punti in 92 presenze. Per il prossimo acquisto della Givova anche esperienze in Francia al Nancy e in Lituania al Bc Rytas. Con questo sono ben 17 i tesseramenti effettuati fin qui da parte del club di patron Nello Longobardi, che avrà soltanto un jolly da giocarsi da qui alla fine del campionato. Una rivoluzione dietro l’altra per Scafati, che la scorsa settimana ha detto addio anche a Lamb, uno degli arrivi della scorsa estate, che è passato a Brindisi. I gialloblu devono affrettarsi a ritrovare la retta via in un campionato che è tra i più equilibrati di sempre. Non sorprendono quasi più le vittorie proprio di Brindisi e soprattutto Reggio Emilia contro le prime della classe Virtus Bologna e Milano. Anche Napoli pare rinfrancata dopo il passaggio a capo allenatore di Cesare Pancotto. Queste comunque le parole di coach Caja dopo il ko di Casale Monferrato. «La Bertram Yachts Tortona ha legittimato il successo per essere stata avanti per molto tempo. Ma la mia squadra ha disputato una partita gagliarda. Siamo sempre rimasti in partita e nell’ultimo quarto siamo arrivati anche ad un solo canestro di distacco. Nel finale, pur avendo fatto in difesa buone cose, non siamo riusciti a concretizzare due attacchi consecutivi. Purtroppo l’assenza di un terminale offensivo importante come Logan ha sicuramente pesato nell’economia della partita, ma resta il buon atteggiamento dei miei ragazzi», ha detto il tecnico dei canarini.
Gianluca Buonocore
©RIPRODUZIONE RISERVATA