«Ci auguriamo una festa tutta nello stadio Arechi» 

Il vice questore vicario Picone: «Giungeranno comunicazioni da parte del club Abbiamo ricavato in uno spicchio della Curva Nord mille posti per i fans di casa»

Mille posti in più per i tifosi della Salernitana nella parte inferiore della Curva Nord e un piano per far sì, che in caso di salvezza, la festa per l’impresa granata si svolga in totale sicurezza all’interno dell’Arechi. Queste le iniziative della Questura di Salerno, spiegate nella mattinata di ieri da Pasquale Picone, vicario del questore Maurizio Ficarra.
«Abbiamo fatto un lavoro di analisi dei flussi di transito verso lo stadio, tenendo conto di quella che è la grossa voglia di partecipare a questo evento. E siamo riusciti a ricavare da una parte della Curva Nord mille posti da destinare ai tifosi della Salernitana in una condizione di sicurezza, consentendo loro l’accesso dall’ultimo tornello dei distinti», ha affermato il funzionario. Aggiungendo: «E’ stato messo in campo uno sforzo notevolissimo, si entrerà da quel settore per non creare un surplus nell’accesso, ci saranno all’interno dei betafance, oltre al potenziamento di steward e personale delle forze dell’ordine notevolmente superiore rispetto a quello che normalmente impieghiamo». Affrontata non solo la problematica dell’accesso al principe degli stadi in quello che potrebbe diventare il giorno dei giorni della storia granata, ma anche l’eventualità di contenere e gestire i festeggiamenti (fatti i debiti scongiuri del caso), qualora dovesse arrivare la tanto agognata salvezza. «La società sta pensando a un evento, ovviamente ci auguriamo che il risultato vada in una certa direzione, poi ci saranno comunicazioni da parte del club in merito a quello che si vuole organizzare all’interno dello stadio, ci auspichiamo tutti una festa di popolo che parta allo stadio e finisca lì».
Inevitabile, poi non tornare sulla “vicenda” Curva Nord, la cui parte superiore resterà chiusa in mancanza dei lavori necessari iniziati in estate e non completati dal Comune di Salerno, ragione per la quale l’unica parte considerata “accessibile” è quella inferiore. «Il settore è aperto - spiega ancora Picone -, ma è destinato agli ospiti, ha condizioni di sicurezza che vengono rispettate nel momento in cui ci sono percorsi separati tra le due tifoserie, questa adottata era l’unica situazione possibile. I supporters ospiti per arrivare allo stadio devono avere un percorso dedicato, un’area esterna oltre che interna. Non sono nella testa del presidente Iervolino, se vorrà aprire la parte superiore della Curva Nord il prossimo anno, valuteremo le proposte concrete che arriveranno». Si prevede un flusso di traffico, in virtù di oltre 30mila persone dirette al principe degli stadi. «Invitiamo tutti i tifosi ad utilizzare la metro, abbiamo chiesto vagoni e corse aggiuntive per cercare di snellire il transito veicolare, c’è anche un dialogo costante con i gruppi organizzati, anche per l’allestimento della scenografia in Curva Sud», spiega Picone.
Previste in centro anche misure straordinarie, come la chiusura al traffico di via Roma e Lungomare Trieste, per evitare il caos post gara. «La Questura sta adottando ogni possibile strategia per contenere e gestire il tutto. È necessario però che ci sia una cittadinanza rispettosa delle regole civili», ha concluso il vice questore vicario Picone.
Stefano Masucci
©RIPRODUZIONE RISERVATA