SERIE C

Cavese, Campilongo: «Condannati da episodi»

Il tecnico dei metelliani: abbiamo ancora difficoltà quando bisogna fare la partita

CAVA DE' TIRRENI - Salvatore Campilongo, l’allenatore della Cavese, riconosce che la sua squadra avrebbe potuto gestire meglio alcuni episodi che poi si sono rivelati determinanti. «Non è stata la migliore Cavese, ma a condannarci sono stati gli episodi. A volte siamo noi stessi a complicarci le cose, commettendo una serie di errori che in una partita ci possono stare, poi però nel momento in cui li commetti vieni punito. Siamo stati bravi nell’andare in vantaggio, però - ammette il tecnico - avremmo potuto evitare di subire il gol dell’uno a uno, lì abbiamo peccato di leggerezza perché se quella palla fosse stata messa avanti magari l’azione sarebbe finita lì, e non avremmo incassato la ripartenza, è stato poi bravo Gatto a fare gol. Successivamente, nel momento in cui siamo andati sul due a uno, non abbiamo neanche avuto il tempo di poter cambiare. Se devo essere sincero, dopo il gol del due a uno avevo pensato di far entrare Marzorati, e avrei inserito un difensore in più per poter giocare a specchio con loro, ma non abbiamo avuto il tempo di fare questo perché c’è stato l’episodio del rigore. In alcune situazioni abbiamo sofferto molto, secondo me con qualche giocatore del Bisceglie che andava tra le linee come Armeno e Letizia abbiamo avuto qualche problema».

Orlando Savarese

L'ARTICOLO COMPLETO SUL GIORNALE IN EDICOLA OGGI