SERIE C

Carica Nunziante: «Cavese, su la testa»

Il jolly cresciuto nel settore giovanile: "Dobbiamo riscattarci"

CAVA DE' TIRRENI - Prosegue il tour de force della Cavese: domani, contro il Catanzaro, la squadra dovrà disputare la terza partita in 8 giorni dopo aver affrontato Leonzio e Avellino. Al “Menti” arriveranno i calabresi di mister Grassadonia che aprirà un terzetto di match dall’alto coefficiente di difficoltà che proseguirà con la trasferta sul campo della Viterbese e la sfida interna col Monopoli. Sull’ormai imminente impegno degli aquilotti si è espresso il jolly Christian Nunziante. Il talento del settore giovanile è intervenuto nel corso del filo diretto con i tifosi aquilotti organizzato dall’ufficio stampa del club, analizzando anche il momento vissuto dalla Cavese. «Il lavoro è quello che paga, e noi lavorando quotidianamente possiamo migliorare. Dobbiamo uscire da questo periodo negativo, secondo me il gruppo c’è, la squadra c’è, e ne usciremo a testa alta. Vogliamo sudarla, la maglia», ha spiegato Nunziante. Un cavese doc che descrive le sensazioni che si provano nel giocare con la squadra della sua città. «È un impegno doppio, ma anche una motivazione in più per dare in campo quello che magari non si dà quando non si sente l’appartenenza alla maglietta. La prima cosa per un cavese è l’appartenenza. È anche una motivazione in più, ed è sempre bello giocare per la squadra di cui magari prima ero solo tifoso. Ricordo quando un anno e mezzo fa assistetti dalla curva al play-off di serie D. Adesso, invece, vesto la maglia della Cavese in serie C».

Orlando Savarese

L'ARTICOLO COMPLETO SUL GIORNALE IN EDICOLA OGGI