Arechi, ecco i rinforzi di lusso per Silipo 

Pallanuoto A2. Ingaggiati il “veterano” Buonocore, Saviano, Pasca e Spatuzzo

La Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno è stata promossa in serie A1, la Tgroup Arechi è decisa ad allestire una squadra competitiva per raggiungerla. Nell’estate magica della pallanuoto salernitana, che ha consacrato Enzo Dolce campione del mondo e che ha visto anche Eduardo Campopiano e Mario Del Basso conquistare la medaglia d’oro all’Universiade, la seconda società salernitana dà segnali importanti in vista del prossimo campionato di A2.
A tre mesi dall’inizio del torneo, infatti, la Tgroup Arechi ha già ufficializzato il nuovo allenatore della prima squadra, Ninni Silipo, e ha definito gli ingaggi del centroboa Giacomo Saviano, di un “veterano” e campione di questo sport come Fabrizio Buonocore, e dei salernitani Luca Pasca e Giuliano Spatuzzo. Confermato anche il “drago” Fabio Bencivenga, che assieme a Buonocore rappresenterà un autentico tesoro di esperienza per tutti i compagni.
Già prima che si consumasse la tragedia di Nando Pesci, allenatore che ha condotto l’Arechi alla salvezza nella scorsa stagione e che ha prematuramente perso la vita pochi giorni fa prima della partenza per Tbilisi (dove avrebbe dovuto guidare la Nazionale Under 17 nell’Europeo di categoria), la società della presidente Elena Gallo aveva già deciso di affidare la guida tecnica a Ninni Silipo. Reduce dalla lunga e positiva esperienza alla guida del team Basilicata, il nuovo coach si è presentato così: «Con la Tgroup Arechi l’obiettivo principale e condiviso è contribuire a rafforzare il progetto di crescita del club. Avrò un occhio di riguardo per il settore giovanile, ci sono alcuni ragazzi Under 17 già nel giro della prima squadra e a loro e agli altri che si aggiungeranno auguro di ripetere la carriera dei vari Renzuto, Di Martire, Ricci e Silvestri, tanto per citare alcuni dei ragazzi che ho avuto il piacere di veder crescere e poi spiccare il volo. Le difficoltà che il campionato di A2 presenterà - ha detto ancora Silipo - possono essere più facilmente superate se il gruppo è unito. Prima di essere una squadra, bisogna sentire di essere una “famiglia”».
Poi la carica dei salernitani. Così Spatuzzo: «Ho acquisto molta esperienza nel campionato vinto con la Rari e la metterò a disposizione della mia nuova squadra. Per me che sono salernitano è un onore poter difendere i colori della mia città, cercherò di ritagliarmi il mio spazio». La chiosa di Pasca, arrivato dall’Acquachiara di Napoli: «Ho sempre desiderato tornare a giocare a Salerno e la Tgroup Arechi mi ha davvero fatto sentire importante dal primo momento in cui mi ha voluto».
©RIPRODUZIONE RISERVATA