«Angri, il cammino resta importante» 

Basket C Gold. Costagliola dopo il ko con Sala Consilina: «Ho fiducia nella società» 

È terminata da pochi giorni la stagione esaltante dell’Angri Pallacanestro. I grigiorossi cari al presidente Alfonso Campitiello hanno fermato la loro corsa verso la B in gara 5 contro Diesel Tecnica Sala Consilina. Un cammino a due facce per capitan Chiavazzo e compagni. Prima la partenza a handicap, poi la grande ripresa fino al primato sfiorato per un soffio alla fine della regular season. Poi nei playoff le serie avvincenti contro Pallacanestro Salerno e Juve Caserta Academy. Fino all’epilogo amaro del PalaZingaro. Il coach Massimo Costagliola è partito proprio dal ko di domenica scorsa per tracciare il suo bilancio. «Complimenti a Sala Consilina per la vittoria giunta al termine di una lunga ed appassionante “guerra” sportiva. Onore a società, allenatore, squadra e tifosi per essersi dimostrati avversari corretti e degni attori di una serie che ha dato lustro ed attenzione all’intero basket campano. È stata una serie equilibrata in cui sono stati i dettagli o singoli episodi a decidere ogni gara. Anche ieri dopo il primo break di Sala in avvio eravamo stati bravi a rientrare nel match e mettere il naso avanti prima nel secondo e poi nel terzo quarto. Ci stavamo avviando ad un nuovo finale punto a punto ma a quattro minuti dalla fine loro sono stati cinici a punire nostri errori e noi non abbiamo avuto più la forza e lucidità di rientrare. Quando si arriva ad una finale, a maggior ragione ad una gara 5, si vuole solo vincere e la delusione è veramente tanta. Sognavamo di regalare qualcosa di storico alla città, alla società ed a noi stessi, abbiamo dato il cuore e fatto il massimo possibile ma nello sport ne vince solo una. È una dura legge che bisogna accettare».
Costagliola ha proseguito parlando anche di quel che potrebbe essere la prossima stagione per la squadra dell’Agro. «Una sconfitta in gara 5 però non può alterare la consapevolezza di aver fatto un percorso clamoroso. Una stagione iniziata in salita con quattro sconfitte nelle prime sette gare, poi andata in crescendo strada facendo con 18 vittorie su 19 partite tra novembre ed aprile che ci hanno permesso di scalare posizioni ed agguantare la seconda piazza al termine della regular season. La società è forte, appassionata ed è cresciuta molto in questi anni. Il presidente Campitiello è uomo tenace e ambizioso, sono valori che ci accomunano e ci hanno spinto a stringere un rapporto molto solido in queste stagioni. È il tempo di riflettere, sono sicuro che il club saprà trovare la formula giusta per ripartire con rinnovato entusiasmo e determinazione».
Gianluca Buonocore
©RIPRODUZIONE RISERVATA