Skip to content

Givova Scafati, arriva l’ala made in Usa Stewart

Givova Scafati, arriva l’ala made in Usa Stewart

La Givova Scafati mette a segno un nuovo colpo a “stelle e strisce” con la firma di Elijah Stewart, ala piccola statunitense, capocannoniere dell’ultima Serie A israeliana. Ala piccola di enorme talento e fisicità, Elijah è il “fit” perfetto per lo scacchiere di coach Marcelo Nicola: atleta versatile, difensore di alto livello, ottimo tiro da 3 punti oltre ad un’eccezionale capacità di leggere il gioco ed attaccare il ferro in 1vs1 che va a completare il reparto esterni gialloblù.

Stewart nasce nel 1995 a DeRidder, Louisiana, e muove i primi, veri, passi nel mondo della palla a spicchi all’High School di Westchester. Nel 2014 sceglie la University of Sothern California di Los Angeles, dove gioca per le successive 4 stagioni (NCAA Division I) con la canotta degli USC Trojans facendo registrare oltre 10 punti di media a partita nelle 138 partite disputate (83 vinte e 55 perse). Non scelto all’NBA Draft 2018, nella stessa annata si ritrova a giocare per tre squadre differenti in G-League (Indiana Mad Ants, Wisconsin Herd e Stockton Kings) prima di approdare in Europa. Nell’estate 2019 sbarca ad Helsinki, coi Seagulls vince la Coppa di Finlandia e chiude l’anno con 18 punti, 5 rimbalzi ed 1.5 assist di media. Dopo una più che positiva parentesi in Polonia al Śląsk Wrocław, migliora ancora cifre e percentuali in Romania (sempre oltre i 15 punti di media ed il 40% dall’arco dei 6.75), dove, grazie ad un record di 33 vittorie e 2 sole sconfitte tra Regular Season e Playoff, conquista lo Scudetto con il Cluj Napoca. Nella stessa stagione disputa la Basketball Champions League ed alla “prima” su un palcoscenico internazionale viene premiato nel “Second Best Team” dell’intero torneo. L’approdo in Italia arriva l’anno dopo, a poco meno di 30 chilometri dalla Beta Ricambi Arena – PalaMangano, con in veste la maglia azzurra della Ge.Vi. Napoli. Ai piedi del Vesuvio vive di alti e bassi, ma nel finale di stagione (4 vinte nelle ultime 6) sale in cattedra e guida i partenopei alla salvezza con 17.2 punti di media nel solo mese conclusivo della LBA 2022/23. L’ultima annata la passa in Israele all’Hapoel Eliat, formazione che fa di Elijah il proprio faro: in ben 17 occasioni (nelle 29 gare ufficiali) scollina oltre quota 20 punti e diventa il capocannoniere (20.6 la media) dell’”Israeli Basketball Premier League” e, contemporaneamente, chiude per la prima volta in carriera un campionato con oltre 2 assist ad allacciata di scarpe.

Dichiarazione dell’head coach, Marcelo Nicola: «Siamo entusiasti di annunciare la firma di un giocatore del calibro di Elijah Stewart, ala piccola con un importante passato in Europa ed in Italia. Parliamo di un profilo che seguivamo attentamente da inizio mercato e che va a completare perfettamente il nostro reparto esterni. Aggiungiamo un altro elemento capace di essere decisivo nei momenti topici del match, Elijah sarà una delle nostre principali bocche da fuoco».

Dichiarazione dell’atleta, Elijah Stewart: «A distanza di un anno sono felice di tornare nel Sud Italia ed intraprendere questo entusiasmante viaggio con il mio nuovo club. Sono un ‘uomo di popolo’, non vedo l’ora di incontrare i tifosi e vivere l’elettrizzante atmosfera che si respira a Scafati, una città di cui ho tanto sentito parlare. La squadra è fantastica e promette di far divertire sia i tifosi che noi giocatori stessi. Il connubio tra esperienza e talento è davvero impressionante. Sono molto ottimista riguardo alla prossima stagione e spero che la mia eccitazione mista a voglia di far bene possa essere esempio da seguire per tutti».

Leggi anche