Skip to content

Paganese, per la panchina sfuma Carcione

di Marco Orlando
Il diesse Accardi è alla ricerca di una guida tecnica ma lavora anche ai rinnovi
Paganese, per la panchina sfuma Carcione

Sarà una settimana intensa di lavoro e incontri per il direttore sportivo Accardi che, dopo la riconferma dalla nuova governance azzurrostellata guidata da Nicola Cardillo, presidente in pectore, è alla ricerca del profilo giusto a cui affidare la panchina azzurrostellata. Sembrava essere a buon punto la trattativa con Imperio Carcione, che nelle ultime due stagioni ha guidato il Cassino, prima della definitiva fumata nera giunta nel weekend quando l’ex centrocampista ha preferito rispedire al mittente le avances comunicando la scelta di restare in sella all’ambizioso club laziale per il terzo anno consecutivo.

Nessun dramma, però, in casa azzurrostellata ne tantomeno quella fretta di operare a tutti i costi che potrebbe giocare brutti scherzi in tempi futuri. Il progetto tecnico e societario per la prossima stagione è chiaro: cercare di migliorare il settimo posto dello scorso anno ma soprattutto rinforzare dal punto di vista economico la società e risolvere, mediante un accordo, l’annosa questione relativa ai sei milioni di debiti nei confronti dell’Agenzia delle Entrate, contratti durante la gestione Trapani.

Non sarà quindi una Paganese grandi firme pronta lottare subito per il vertice ma una squadra costruita col giusto mix di gente esperta e under di qualità, sulla stessa falsariga della passata stagione, in modo tale da porre le basi nell’anno del centenario per poi tentare il salto in serie C, questione debitoria permettendo. In tal senso, proprio per non disperdere l’ottimo lavoro svolto lo scorso anno, Accardi starebbe già intensificando i contatti con i calciatori che potrebbero essere riconfermati. Si dovrebbe ripartire dalla “paganesità” di Francesco De Feo , centrocampista centrale di ruolo ma jolly a tutti gli effetti avendo ricoperto lo scorso anno con brillanti risultati vari ruoli tra cui anche quelli nel pacchetto arretrato.

Proprio in difesa, potrebbe esserci la riconferma per l’esperto Giuseppe Esposito, che vestirebbe così per la terza stagione consecutiva l’azzurrostellato, in compagnia di Ianniello e dell’estremo difensore Simone Esposito. Questi ultimi, entrambi classe 2005, rinfoltirebbero subito quel gruppo under obbligatorio da schierare in campo proprio come l’attaccante Alessio Porzio, autentica sorpresa lo scorso anno con quattro reti realizzate premiato la scorsa settimana nel Galà dei Dilettanti come miglior attaccante under della D. Ampie possibilità di conferma anche per i suoi compagni di reparto Carmine Iannone e Andrea Mancino cosi come per il centrocampista Del Gesso.

Leggi anche