Skip to content

Lazio-Salernitana, le probabili formazioni

di Sabato Romeo
Mister Colantuono si affida a Candreva e Simy contro i biancocelesti
Lazio-Salernitana, le probabili formazioni

Il desiderio di uno scherzetto prima del commiato alla serie A e della speranza di ritrovarsi ancora come avversari, chissà quando. Nel cuore del popolo della Salernitana l’augurio è di farlo il più presto possibile, accettando a malincuore il purgatorio della serie B ma puntando a ritornarci nell’elite del calcio italiano. Pensieri futuri e che stridono con un presente amaro per la Bersagliera: ultimo posto in classifica, un countdown mortificante verso la matematica certezza della retrocessione con un calendario ancora ricco d’impegni. Questa sera il menù del campionato rimette la squadra granata contro la Lazio (fischio d’inizio alle ore 20:45) e in particolar modo contro Claudio Lotito, l’ex co-patron, l’uomo che insieme a Marco Mezzaroma riprese la Salernitana dagli inferi della serie D fino a portarla in serie A dopo dieci anni di vittorie, emozioni ma anche “galleggiamento” e contestazioni.

La squadra

Colantuono recupera Fazio e Ochoa ma non Basic e Kastanos. Sarà ancora 4-4-1-1, con Costil in vantaggio su Ochoa per il ruolo di portiere. In difesa, Manolas farà ancora coppia con Pirola, con Pierozzi che deve guardarsi le spalle da Sambia e Zanoli. A sinistra ci sarà Pellegrino, terzino bloccato come già provato a Bologna per avanzare il raggio d’azione di Bradaric. In mezzo al campo conferme per Maggiore e Lassana Coulibaly, con Tchaouna largo a destra. Candreva sarà il regista offensivo alle spalle di Simy, pronto a riprendersi la maglia da titolare rimpiazzando Ikwuemesi.

L’avversario

Assenze pesanti nella Lazio, costretta a rinunciare a Immobile, Provedel, Zaccagni e Romagnoli. Mister Tudor ripartirà dal 3-4-2-1, con Mandas che sarà protetto da Gila, Casale e Patric. Sulle corsie si rivede Lazzari a destra e Felipe Anderson adattato sulla sinistra. In mezzo al campo spazio al tandem Guendouzi-Kamada, con Luis Alberto e Isaksen rifinitori e con il compito di accendere Castellanos.

Leggi anche