Skip to content

Givova Scafati, caccia al riscatto contro Varese

Boniciolli: «Affronteremo una squadra arrembante, che sa tirare da tre punti in transizione, corre tanto»
Givova Scafati, caccia al riscatto contro Varese

Dopo tre sconfitte consecutive in campionato, la Givova Scafati vuole rialzare la testa e ritrovare la vittoria e i due punti nel prossimo incontro con l’Openjobmetis Varese, previsto per le ore 20:00 di domenica 14 aprile alla Beta Ricambi Arena PalaMangano.

Il team dell’Agro ha lavorato sodo nel corso della settimana, a ranghi completi, sotto la guida di coach Matteo Boniciolli e del suo staff, con l’obiettivo di riprendere il cammino interrotto e mettere in carniere i punti necessari per conquistare la matematica salvezza in serie A.

L’avversario

Non sarà facile imporsi contro una squadra anch’essa impelagata nella corsa per non retrocedere, che sta lottando strenuamente per risalire la china in classifica, giocando una pallacanestro molto dinamica e veloce.

Il team allenato dallo statunitense Tom Bialaszewski, alla sua prima esperienza da capo allenatore dopo importanti trascorsi da collaboratore tecnico in NBA e da assistente a Milano, ha nel playmaker della nazionale italiana Mannion uno dei suoi principali terminali offensivi (20,1 punti e 5,9 assist di media), insieme all’ala statunitense McDermott (13,1 punti di media), alla guardia francese Besson (13 punti e 3 assist di media) e all’ala statunitense Brown (12,1 punti e 5,7 rimbalzi di media), oltre agli esterni italiani Moretti (11,4 punti e 2,9 assist di media) e Woldetensae ed al trittico di lunghi composto da Spencer (8,2 punti e 7,7 rimbalzi di media), Gilmore e Ulaneo.

Le dichiarazioni

Il capo allenatore Matteo Boniciolli: «Paradossalmente mi ritrovo a vivere la stessa situazione di quando sono arrivato a Scafati: vincemmo contro Napoli dopo tre sconfitte di fila, disputando una partita di grande intensità ed intelligenza. Sono convinto che la medesima prestazione sarà resa dalla squadra anche domenica sera. Affronteremo una squadra arrembante, che sa tirare da tre punti in transizione, corre tanto, con Mannion e Moretti attori principali di questo stile di gioco. Sappiamo di dover difendere duramente per fermare questa loro inerzia. Dobbiamo essere consapevoli che avremo qualche momento di difficoltà nel corso della gara, ma dovremo meritarci il sostegno del nostro pubblico durante l’intero incontro, arrivando alla sirena conclusiva un punto avanti. Il calendario ci permette di disputare questa gara tra le mura amiche e dovremo essere bravi a sfruttare al massimo questo vantaggio».

Leggi anche