Skip to content

Givova Scafati, al PalaMangano arriva Venezia

Blakes: «Per acciuffare i playoff dobbiamo vincere il maggior numero di gare, soprattutto in casa»
Givova Scafati, al PalaMangano arriva Venezia

Dopo le due settimane di pausa in cui il campionato di serie A è rimasto fermo per la disputa delle Final Eight di Coppa Italia e delle gare di qualificazione ad EuroBasket 2025 della Nazionale, la competizione riprende questo fine settimana e vedrà la Givova Scafati impegnata contro un avversario molto ostico. Alla Beta Ricambi Arena PalaMangano arriva infatti l’Umana Reyer Venezia, quarta forza del torneo, contro cui scenderà in campo domenica alle ore 18:00.

Nel corso di questo lungo stop, la squadra ha lavorato duramente agli ordini di coach Matteo Boniciolli e del suo staff, sia sotto il profilo fisico ed atletico, che sotto quello strettamente tecnico, con l’obiettivo di migliorare la qualità del gioco e risolvere i problemi legati alla continuità di rendimento nell’arco della stessa sfida.

L’avversario

Vincitrice di quattro scudetti, una Coppa Italia e una Fiba Europe Cup, il team lagunare ha una guida tecnica di grande affidabilità ed esperienza: il croato sessantaduenne Neven Spahija ha una pluriennale esperienza nei massimi campionati europei, tra Slovenia, Israele, Lituania, Turchia e Spagna, ed anche oltreoceano in NBA, annoverando nel proprio palmares numerosi campionati e trofei vinti. Da poco più di un anno è al timone della società orogranata, uscendo ai quarti di finale playoff dello scorso campionato e restando costantemente ai vertici di quello in corso, sin dal suo inizio.

Dal punto di vista statistico, la compagine veneta è terza nella classifica della valutazione (94,3 di media) e prima in quella dei rimbalzi (39,4 di media). Il suo principale terminale offensivo è la guardia statunitense Tucker (15,5 punti, con il 41,8% da tre punti, e 2,1 assist di media), seguito a ruota dall’ala canadese Wiltjer (12,2 punti), dal playmaker statunitense Heidegger (10,2 punti di media, con il 39,2% da tre punti) e dal nazionale italiano Tessitori (10,1 punti e 5,4 rimbalzi di media). A costoro vanno aggiunti i vari Simms (ala da 9,7 punti e 5,5 rimbalzi di media), Parks (ala da 8,4 punti e 4,6 rimbalzi di media), Kabengele (centro da 8,3 punti e 7,3 rimbalzi di media), Spissu (playmaker da 6,9 punti e 3,7 assist di media), Brooks (ala), Casarin (guardia), De Nicolao (playmaker da 3,1 assist di media) e O’ Connell (guardia).

Le dichiarazioni

L’ala piccola Gerry Blakes: «Io e la mia famiglia ci siamo ambientati nella città di Scafati in poche settimane. Lo stesso vale per il mio ambientamento nello spogliatoio, dove sto creando una sempre maggiore intesa con i miei nuovi compagni. Ho trovato un gruppo forte e competitivo, che può puntare ad un piazzamento nei playoff e di cui sono orgoglioso di farne parte. Per acciuffare i playoff dobbiamo però vincere il maggior numero di gare, soprattutto in casa, come quella di domenica contro Venezia. Servirà una difesa forte ed aggressiva per interrompere i loro meccanismi offensivi, mentre in attacco dobbiamo prendere buoni tiri e giocare con grande vigore ed energia. I due punti in palio sono preziosi, li vogliamo e stiamo lavorando sodo per conquistarli sul campo, dinanzi al nostro caloroso pubblico, a cui vogliamo dedicare questo successo, che potrebbe costituire un viatico importante per raggiungere i playoff, obiettivo che rincorriamo con ottimismo e fiducia nei nostri mezzi».

Leggi anche