Skip to content

Genea Lanzara lotta ma cede a Camerano

Mister Maione: « ragazzi hanno dato tutto quello che avevano in questa occasione»
Genea Lanzara lotta ma cede a Camerano

Sconfitta casalinga per la Genea Lanzara in Serie A Silver. Tra le mura amiche della Palestra Caporale Palumbo non riesce l’ impresa ai salernitani contro i primi della classe, ovvero i marchigiani del Camerano, coi rossoblu superati col punteggio finale di 20-24. Eppure la gara è stata vibrante, con tanti colpi di scena, con capitan Milano e compagni che hanno lottato per l’ intero arco dei sessanta minuti di gioco. Qualche errore in fase di impostazione e di conclusione ha spianato poi, la strada agli avversari che, meritatamente, hanno portato a casa l’intera posta in palio consolidando la vetta della classifica. La Genea, invece, resta in ottava posizione in condominio col Verdeazzurro Sassari, prossimo avversario della squadra allenata da Maione.

La gara si sblocca con un minibreak del Camerano che vale il momentaneo 1-4. La Genea non ci sta ed impatta al 12’ di gioco sul 4-4 e addirittura conduce al 25’ sul 9-8, grazie anche alle parate di un superlativo Cappellari. Nelle battute conclusive del primo tempo, però, il Camerano preme il piede sull’acceleratore portandosi negli spogliatoi sul 9-12. Nella ripresa le squadre vanno a segno pressoché in maniera alternata, al 47’ di gioco gli ospiti conducono sul 16-20 e lo scarto di quattro reti si mantiene sino al triplice fischio finale, col match conclusosi sul punteggio di 20-24.

«I ragazzi hanno dato tutto quello che avevano in questa occasione – dichiara Pasquale Maione, tecnico della Genea Lanzara – purtroppo siamo qui a commentare un’altra sconfitta, ma ho detto ai miei ragazzi al termine della gara che se questo sarà l’atteggiamento mostrato da qui in poi riusciremo a raggiungere l’obiettivo dei PlayOff. Credo che ce lo meritiamo, in settimana ci alleniamo bene, c’è mancato quel pizzico di fiducia in più e una certa lucidità nei tiri dai sei metri nei momenti decisivi, ovviamente la prima della classe non ci ha concesso sconti. Vincere contro Camerano avrebbe significato il compiere un’impresa importante ai fini della classifica, non ci siamo riusciti ma guardiamo avanti con fiducia. Abbiamo dimostrato che a pallamano sappiamo giocare, dobbiamo avere la testa giusta per la prossima delicata sfida in casa del Verdeazzurro Sassari, una diretta concorrente nella lotta nel rientrare nelle prime otto posizioni. All’ andata abbiamo buttato via una partita che avevamo saldamente in pugno e vogliamo senza dubbio riscattarci. Ripartiamo da qui, i ragazzi sono vogliosi e determinati. Siamo giovanissimi e consapevoli di dover lottare fino all’ ultima giornata di campionato».

Leggi anche